Lifestyle | News

Innovazioni e brevetti: il Censis presenta il nuovo rapporto

6 Dicembre 2019
Innovazioni e brevetti: il Censis presenta il nuovo rapporto

Ricerca: Censis, italiani popolo di inventori ma pochi brevetti.

Gli italiani sono un popolo di inventori con una scarsa propensione a brevettare. Secondo il 53esimo Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese, diffuso oggi, il numero di domande di brevetto presentate vede ai primi posti le nazioni tecnologicamente più avanzate, come Stati Uniti (circa 607mila), Giappone (318mila), Corea del Sud (205mila) e Germania (quasi 68mila), cui si affianca la Cina (quasi 1,4 milioni di domande). Il nostro Paese conta 9.674 domande e un tasso di successo molto simile a quello dei principali Paesi leader nell’innovazione (50,2%).

Considerando lo stock di brevetti ancora validi nel 2017, l’Italia (297.672) rappresenta l’ottava nazione al mondo, subito dopo Francia (563.695) e Germania (657.749). Dei quasi 14 milioni di brevetti attualmente validi, rileva il Rapporto del Censis, il 2,2% proviene dall’Italia. I principali ambiti tecnologici delle domande di brevetto europeo delle imprese italiane sono relative alla logistica, alle tecnologie biomedicali e ai macchinari di precisione.

Sono le grandi imprese che si occupano di energia, meccanica, farmaceutica e alta tecnologia nel settore della difesa e dell’aerospazio a fungere da veri e propri hub di innovazione, mantenendo sempre molto alto il numero di richieste di brevetti europei. Tuttavia, segnala il Censis, sono solo 71 le domande di brevetto europeo per ogni milione di abitante in Italia, mentre sono più del doppio in Francia (153,2) e il triplo in Germania (332,3).



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube