Business | News

Borsa: inizia la più grande operazione di tutti i tempi

6 Dicembre 2019
Borsa: inizia la più grande operazione di tutti i tempi

Guadagna più di Apple, Facebook e Microsoft messe insieme; è la società con la più alta valutazione di borsa nel mondo, ma finora quasi nessuno la conosceva.

Mancano pochi giorni all’esordio e già l’hanno battezzata l’Ipo (offerta pubblica di collocamento) di tutti i tempi: mercoledì prossimo 11 dicembre, ci sarà lo sbarco in borsa di Aramco. Ai più questo nome non dice molto, ma appena si sa che si tratta del colosso petrolifero dell’Arabia Saudita, la più grande (e redditizia) compagnia del mondo, finora in mani statali, si intuisce che l’affare in ballo è enorme. La società ha deciso di quotarsi e così è possibile per il pubblico acquistare le sue azioni.

I numeri fanno girare la testa: dal resoconto dell’operazione, che ci fornisce l’agenzia stampa Adnkronos, risulta che il prezzo di collocamento nell’offerta pubblica di acquisto è stato fissato a 32 riyal per azione, che al cambio fa 23 miliardi di euro: una cifra che rende questa operazione di borsa la più grande di tutti i tempi, togliendo il record finora detenuto dalla cinese Alibaba nel 2014.

Per offrire una fettina del suo capitale, appena l’1,5%, la compagnia saudita ha già raccolto sottoscrizioni per un totale di 446 miliardi di riyal e dunque per 107 miliardi di euro, più del quadruplo dell’importo offerto, a dimostrazione di quanto gli investitori ritengano ghiotta l’operazione. La maggior parte della domanda deriva dagli investitori istituzionali (397 miliardi di riyal) ma non sono trascurabili le richieste provenienti dagli investitori al dettaglio (49 miliardi).

Ora, Aramco con questi numeri oltre ad essere già la protagonista della più grande Ipo della storia diventa anche la società con la più alta valutazione azionaria al mondo: 1.538 miliardi di euro. E d’altra parte, Aramco detiene anche il primato di azienda più redditizia al mondo. La documentazione presentata per l’Ipo infatti ha rivelato come nel 2018 la società ha realizzato un utile netto di 111,1 miliardi di dollari, superiore a quello registrato collettivamente da Apple, Facebook e Microsoft.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube