Manovra: cannabis light libera ma tassata

6 Dicembre 2019
Manovra: cannabis light libera ma tassata

Presentato dal M5S un emendamento alla Legge di Bilancio 2020 per la produzione ed il commercio di canapa con thc inferiore a 0,5%, sottoposti a nuove imposte.

La manovra finanziaria si occupa anche di produzione e commercializzazione di cannabis light, la canapa con un principio attivo molto basso e considerato privo di effetti droganti. “Sono due gli emendamenti alla Legge di Bilancio, il primo sulla produzione di biomassa, fibre naturali, farina e Cbd, il secondo sulle infiorescenze di canapa fresche o essiccate con limite di Thc inferiore allo 0,5%, e prevedono entrambi l’applicazione di imposte al fine di disciplinarne produzione e commercializzazione. È un primo passo e rappresenta un intervento importante e necessario per iniziare a trattare il tema in maniera concreta”. È quanto afferma oggi all’agenzia stampa Adnkronos il senatore Francesco Mollame (M5S), primo firmatario dei due emendamenti presentati alla Commissione Bilancio del Senato.

”Difenderò gli emendamenti e continuerò ad occuparmi del tema – afferma Mollame – perché su questa materia, che interessa un comparto agricolo in forte crescita e tutta la filiera, persiste una manifesta incertezza normativa. La proposta invece consentirebbe di regolamentare la produzione e la commercializzazione di tali prodotti, identificare i soggetti sottoposti all’obbligo fiscale, garantire la qualità e la certificazione del prodotto e legittimare gli operatori della filiera coinvolti”.

Secondo il senatore Mollame, la regolamentazione della materia ”consentirebbe di ottenere notevoli introiti per l’erario da un settore in forte crescita internazionale, nuove opportunità occupazionali e l’indebolimento delle organizzazioni criminali che alimentano notevolmente le loro finanze anche attraverso questo settore”.


note

Immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube