Diritto e Fisco | Articoli

L’eredità in caso di morte del genitore: successione dei figli e fratelli (zii)

2 Agosto 2013 | Autore:
L’eredità in caso di morte del genitore: successione dei figli e fratelli (zii)

Eco ciò che succede alla morte di un soggetto che ha lasciato, oltre ai figli, anche altri parenti come fratelli e genitori: tutto sulla successione con o senza il beneficio di inventario e sul possesso dei beni ereditati.

 

In caso di morte del padre o della madre, gli eredi sono i figli legittimi e naturali, in parti uguali. I fratelli e le sorelle del defunto succedono soltanto quando quest’ultimo muore senza lasciare prole, né genitori, né altri ascendenti (ad esempio i nonni). Pertanto, se il defunto ha lasciato in vita dei figli, questi ultimi non devono dividere l’eredità con gli zii.

Per acquistare l’eredità e divenire proprietari dei beni del defunto a pieno titolo basta, di regola, essere nella piena disponibilità dei beni ereditari per tre mesi a partire dalla data del decesso. Se non si possiedono i beni ereditari invece occorre un espresso atto di accettazione di eredità innanzi a un Notaio da compiersi entro dieci anni dall’apertura della successione. Ciò a meno che i figli del defunto non siano minori d’età, nel qual caso occorre che questi ultimi accettino espressamente l’eredità della mamma con beneficio d’inventario, cioè uno speciale procedimento in base al quale gli eredi sono tenuti indenni dai debiti del defunto rispondendo di questi ultimi solo coi beni ereditati ed entro il valore di questi ultimi.

In quest’ultimo caso i termini sono più stretti e variano a seconda che gli aspiranti eredi siano o meno nel possesso dei beni ereditari: nel primo caso devono compiere l’inventario dei beni entro tre mesi dalla morte della mamma e poi, entro quaranta giorni da questa attività, dichiarare se accettano o meno l’eredità, altrimenti perdono il suddetto beneficio, ma divengono comunque eredi (perdono quindi la limitazione di responsabilità che deriva dal beneficio di inventario, per i debiti del genitore defunto). Nel secondo caso, invece, possono dichiarare di accettare l’eredità entro dieci anni dalla morte del genitore e compiere l’inventario dei beni ereditari entro tre mesi dalla dichiarazione di accettazione. Se non rispettano quest’ultimo termine saranno comunque eredi, ma perderanno il beneficio con riguardo ai debiti. Se invece hanno fatto l’inventario dei beni ma non la dichiarazione di accettazione dell’eredità entro quaranta giorni da questo perdono il diritto di accettare l’eredità e non saranno eredi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

5 Commenti

  1. Salve i miei genitori mi anno comprato una casa e intestata ma avendo ll oro usufrutto a morte dei miei genitori. la casa e occupata da inquilino che in caso di decesso dei vecchi usufruttuari il contratto viene annullato oppure dv rispettare lo stesso . Grazie

    1. Per ottenere consulenza legale/commerciale/fiscale da uno dei nostri professionisti è necessario attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi al nostro portale. Sul menu di sinistra troverà, sotto la voce rossa “servizi”, l’opzione “Richiedi consulenza”.
      Lo stesso risultato si può raggiungere cliccando sulla scritta, posta sopra ogni articolo, “Richiedi consulenza su questo argomento”.

      A quel punto, il sistema La guiderà nel pagamento attraverso carta di credito, Paypal o Postepay.

      Si tratta di un’operazione molto semplice e dal modico prezzo (euro 29,00 iva compresa) che ci consente di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

      Grazie.

  2. buongiorno,mio fratello maggiore,figlio di pro letto di mia madre,è improvvisamente deceduto,lascindo 2 figli e 40.000 euro di debiti,il quesito è il seguente.I FIGLI RINUNCIANO OVVIAMENTE ALL’EREDITA’,ESSENDO SOLO DEBITI,MA NOI ALTRE 3 SORELLE RIMASTE COSA RISCHIAMO?DI VENIRE COINVOLTE IN QUESTA SITUAZIONE?GRAZIE IN ANTICIPO PER LA CORTESE RISPOSTA.

  3. Buongiorno, i mie genitori sono entrambi morti in un incidente….vorrei sapere come funziona il sistema della successione in quanto i miei avevano la comunione dei beni e siamo due figli (eredi). Cordialmente

  4. Buonasera…

    Mia madre è deceduta per tumore.
    Mia sorella vive da sola con suo stipendio da dipendente.
    Mio fratello è sposato ed ha un lavoro in società.
    Io sono un invalido civile 100% e vivo con mio padre in pensione INPS e lavorava da rappresentante.
    Domanda imbarazzante: Se mio padre (facciamo le corna…)
    dovesse decedere, io ho diritto alla sua pensione?
    O “scompare”?
    Grazie
    ps: rifaccio le corna…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube