Cronaca | News

Lega nel mirino della Procura: indagato anche un assessore lombardo

10 Dicembre 2019
Lega nel mirino della Procura: indagato anche un assessore lombardo

La Procura della Repubblica indaga per riciclaggio Galli, assessore della Regione Lombardia. 

Vanno avanti le indagini condotte dalla Guardia di Finanza sulla Lega e sui presunti finanziamenti illeciti. Ora, c’è anche un assessore della Regione Lombardia tra i destinatari del provvedimento di perquisizione e sequestro disposto dalla Procura della Repubblica ed eseguito oggi dagli uomini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Genova nell’ambito dell’inchiesta della Procura genovese sull’ipotesi di un presunto riciclaggio di parte dei 49 milioni che la Lega sta restituendo allo Stato rateizzati. Si tratta di Stefano Bruno Galli, assessore lombardo indagato per il reato di riciclaggio, nei confronti del quale è stata anche notificata l’informazione di garanzia per aver compiuto operazioni su una parte delle somme di denaro provento dei reati di truffa aggravata per il conseguimento di azioni pubbliche, commessi dall’ex leader del Carroccio Umberto Bossi e dall’ex tesoriere Francesco Belsito attraverso l’associazione “Maroni Presidente“.

Le attività di perquisizione di oggi hanno riguardato anche due società, la “Boniardi Grafiche Srl” a Milano e la “Nembo SrL” con sede a Monza, allo stato cessata, che hanno fornito servizio per le campagne elettorali della Lega.

Subito le reazioni. Marco Fumagalli, capogruppo del M5S Lombardia, sull’indagine a carico di Stefano Bruno Galli, già capogruppo della Lista Maroni e oggi assessore all’Autonomia della Regione Lombardia, ha dichiarato: «Periodicamente affiorano dal passato vicende che le procure ritengono di dover approfondire circa le modalità di finanziamento intorno alla Lega. È bene che si chiariscano fino in fondo certi passaggi soprattutto per una forza politica che ha messo in discussione il presidente del Consiglio circa il comportamento tenuto sul Mes. Per fare politica ci vogliono soprattutto trasparenza, onestà e coerenza».


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube