Diritto e Fisco | Articoli

Isee per pensione di cittadinanza

25 Dicembre 2019 | Autore:
Isee per pensione di cittadinanza

Come si calcola il reddito familiare ai fini Pdc, come determinare il patrimonio mobiliare e immobiliare, quale modello Isee presentare?

Per ottenere la pensione di cittadinanza è necessario soddisfare diverse condizioni. Tra queste, le più rilevanti riguardano il reddito familiare, che non deve superare specifiche soglie, a seconda della composizione del nucleo, il patrimonio immobiliare, che non deve superare i 30mila euro, esclusa l’abitazione principale con le relative pertinenze, ed il patrimonio mobiliare, anch’esso soggetto a soglie specifiche che dipendono dalla composizione della famiglia.

Ma come si fa a sapere con certezza se si soddisfano i requisiti?

Questo è possibile grazie alla dichiarazione Isee per pensione di cittadinanza: la pensione di cittadinanza, difatti, non può essere richiesta se prima non si presenta la dichiarazione Isee relativa al nucleo familiare.

Che cos’è la dichiarazione Isee: si tratta di una dichiarazione indispensabile per ottenere la maggior parte delle agevolazioni pubbliche. Attraverso questa dichiarazione, detta Dsu (dichiarazione sostitutiva unica), si ottiene dall’Inps l’indicatore della situazione economica equivalente della famiglia, l’Isee appunto. In parole semplici, grazie alla dichiarazione Isee si è in grado di avere un quadro completo sulla situazione economica, reddituale e patrimoniale della famiglia, oltreché della sua composizione.

Come si presenta la dichiarazione Isee?

La dichiarazione Isee può essere presentata tramite Caf o autonomamente, utilizzando i servizi online dell’Inps. È sufficiente, a tal fine, procurarsi tutti i dati utili, essere in possesso delle credenziali per accedere al sito web dell’Inps (codice pin dispositivo, identità unica digitale Spid o carta nazionale dei servizi), entrare nel portale web dell’istituto e compilare la dichiarazione online, accedendo al servizio Isee post-riforma 2015.

Dal 2020, all’interno del portale web dell’Inps, sarà anche disponibile il modello Isee precompilato, nel quale la maggior parte dei dati si troveranno già a disposizione dell’utente.

Per approfondire: Come si compila la dichiarazione Isee.

Quale Isee per la pensione di cittadinanza?

La dichiarazione Isee non è uguale per tutti, ma cambia a seconda della prestazione che si deve domandare. Ad esempio, per ottenere agevolazioni sulle tasse universitarie si deve presentare l’Isee Università; per richiedere, invece, prestazioni per i disabili si deve presentare l’Isee sociosanitario.

Per richiedere la pensione di cittadinanza, è sufficiente l’Isee ordinario, o Isee Mini, in pratica il modello base. Se ci sono minorenni nel nucleo, bisogna invece presentare l’Isee minorenni. Se è necessario l’aggiornamento del reddito, e c’è già una dichiarazione Isee in corso di validità, si può presentare l’Isee corrente.

Quali documenti per la dichiarazione Isee?

Nella dichiarazione Isee devono essere dichiarati, relativamente a ogni componente del nucleo familiare, redditi e patrimonio, nonché attività (studente, disoccupato, lavoratore dipendente…) ed eventuale disabilità.

In pratica, per ogni membro della famiglia bisogna dichiarare, oltre alla situazione personale, redditi percepiti, immobili posseduti (case, terreni), patrimonio mobiliare (conti, carte, anche prepagate, libretti, partecipazioni…), auto e altri veicoli, affitto dell’abitazione principale.

Ma quali documenti bisogna avere a portata di mano per compilare l’Isee? In attesa dell’operatività dell’Isee precompilato, nel quale la maggior parte dei dati saranno già a disposizione, qui si può prendere visione della Guida ai documenti per l’Isee.

Patrimonio immobiliare Isee pensione di cittadinanza

Il nucleo familiare, per poter accedere alla pensione di cittadinanza, deve possedere un valore del patrimonio immobiliare, in Italia e all’estero, come definito a fini Isee, diverso dalla casa di abitazione, non superiore ad una soglia di 30mila euro.

Il valore ai fini Isee dell’immobile è calcolato a partire dalla rendita catastale, ed è identico al valore ai fini Imu. Qui Come si calcola la base imponibile Imu.

Per avere evidenza dell’ammontare del patrimonio immobiliare del nucleo è osservare il quadro FC3 della dichiarazione Isee (patrimonio immobiliare) e non soffermarsi solamente all’attestazione Isee dalla quale è possibile evincere il solo valore dell’indicatore Isee.

Dal valore ai fini Imu degli immobili va sottratta l’eventuale quota capitale residua del mutuo, oltre al valore della casa di abitazione.

Osserviamo il seguente quadro Isee patrimonio immobiliare:

Per conoscere il valore complessivo bisogna:

  • sommare il valore ai fini Imu di tutte le abitazioni, esclusa l’abitazione principale;
  • sottrarre la quota capitale residua del mutuo.

Quindi avremo: (25.200 – 12.000) + 422 + 1.266 = 14.888 euro, valore inferiore alla soglia prevista dalla normativa pari a 30mila euro; pertanto il requisito del patrimonio immobiliare è soddisfatto.

Patrimonio mobiliare Isee pensione di cittadinanza

In merito al patrimonio mobiliare ai fini della pensione di cittadinanza, il nucleo familiare deve possedere un valore, come definito a fini ISEE, non superiore a:

  • 6.000 euro per i nuclei composti da un solo componente;
  • 8.000 euro per i nuclei composti da due componenti;
  • 10.000 euro per i nuclei composti da tre o più componenti, incrementati di 1.000euro per ogni figlio a partire dal terzo.

I massimali sono incrementati di 5.000 euro per ogni componente con disabilità media e di 7.500 euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite ai fini Isee, presente nel nucleo.

Per avere evidenza dell’ammontare del patrimonio mobiliare del nucleo è necessario osservare il quadro FC2 patrimonio mobiliare, e non soffermarsi solamente all’attestazione Isee dalla quale è possibile evincere il solo valore dell’indicatore Isee

Reddito familiare Isee pensione di cittadinanza

Il reddito familiare ai fini della pensione di cittadinanza è determinato:

  • al netto dei trattamenti assistenziali eventualmente inclusi nell’Isee;
  • al lordo del valore annuo dei trattamenti assistenziali in corso di godimento da parte dei componenti il nucleo familiare, fatta eccezione per le prestazioni non sottoposte alla prova dei mezzi, come l’indennità di accompagnamento.

Il nucleo familiare, per poter accedere alla pensione di cittadinanza, deve possedere:

  • un valore del reddito familiare inferiore ad una soglia di 560 euro annui, moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza ai fini della Pdc;
  • la soglia è incrementata a 360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in abitazione in locazione.

Per la precisione, il reddito familiare si ricava dalle seguenti voci della dichiarazione Isee:

quadro FC8 (reddito complessivo IRPEF + redditi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta)

+ quadro FC4

+ quadro FC5 (assegni percepiti per il mantenimento dei figli)

+ reddito figurativo del patrimonio mobiliare del nucleo

– trattamenti erogati dall’INPS contenuti nel quadro FC8

– trattamenti assistenziali, previdenziali, indennitari non soggetti ad Irpef e non erogati dall’Inps, ad esclusione di quelli percepiti in ragione della condizione di disabilità contenuti nel quadro FC4.

Variazione del nucleo familiare Isee pensione di cittadinanza

Cosa fare, se in corso di fruizione della pensione di cittadinanza, varia il nucleo familiare?

Se il nucleo familiare varia rispetto a quello risultante dall’attestazione Isee in corso di validità, è necessario ripresentare la dichiarazione aggiornata entro 2 mesi dalla variazione e anche una nuova domanda di Pdc, pena la decadenza del beneficio.

Se la variazione è dovuta a nascita o decesso di un componente occorre ripresentare solo la nuova dichiarazione; non occorre rifare anche la domanda di pensione di cittadinanza

La scala di equivalenza per la pensione di cittadinanza è quella rilevabile dall’Iseee?

La scala di equivalenza per il reddito o la pensione di cittadinanza è diversa dalla scala di equivalenza prevista dall’Isee:

La scala di equivalenza RdC/ PdC è infatti pari ad 1 per il primo componente ed è incrementata di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne e di 0,2 per ogni componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1, oppure fino ad un massimo di 2,2 nel caso in cui nel nucleo siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite a fini Isee.

Nella scala di equivalenza RdC/PdC non sono considerati i familiari che si trovano:

  • in stato detentivo
  • ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica
  • sottoposti a misura cautelare o condannati per taluno dei delitti indicati nel decreto sul reddito di cittadinanza [1].
Scala di equivalenza RdC
1per il primo componente
+ 0,4per ogni ulteriore componente di età maggiore a 18 anni
+ 0,2per ogni ulteriore componente minorenne
fino a max 2,1
fino a max 2,2se nel nucleo sono presenti disabili gravi o non autosufficienti

note

[1] Art.7 Co. 3 DL 4/2019.


2 Commenti

  1. L’usufrutto di un appartamento viene considerato “patrimonio immobiliare” (anche se non utilizzato)?

    1. Nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) – documento sulla base del quale viene redatto l’Isee – va indicato, tra gli altri, il valore dei beni immobili posseduti alla data del 31 dicembre dell’anno precedente a quello in cui viene presentata la dichiarazione. Fanno parte del patrimonio immobiliare i diritti reali su beni immobili, quindi anche l’eventuale usufrutto, mentre in tale patrimonio non è compresa la nuda proprietà. Ti consigliamo la lettura del nostro articolo Usufrutto: cosa dichiarare ai fini del calcolo ISEE? https://www.laleggepertutti.it/223098_usufrutto-cosa-dichiarare-ai-fini-del-calcolo-isee

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube