Politica | News

Conte contro i tagli europei

11 Dicembre 2019
Conte contro i tagli europei

«L’Italia si opporrà a tagli sproporzionati» annuncia il premier Conte in vista del Consiglio europeo in programma domani, indicando i settori da preservare.

Questa mattina nelle comunicazioni alla Camera dei deputati in vista del prossimo Consiglio europeo di domani e dopodomani il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è andato oltre la questione Mes, il meccanismo europeo di stabilità in agenda, ed ha dichiarato senza mezzi termini – per come ci informa ora in una nota l’agenzia stampa Adnkronos – che “Il governo intende opporsi ai tagli sproporzionati, che colpirebbero settori strategici quali lo spazio, il digitale, la difesa, la sicurezza: si tratta di una sottrazione di risorse alle nuove priorità dell’Unione europea che devono invece necessariamente rimanere ambiziose. Anche sulle politiche tradizionali, come coesione e politica agricola comune, dove iniziano a emergere pur limitati progressi, l’Italia intende ribadire alcune linee rosse“.

Conte ha aggiunto che “Le tensioni internazionali, sia politiche sia economiche, impongono di proteggere l’economia europea e la dimensione sociale che rende unico al mondo il nostro Continente. Affinché non appaia contraddittorio l’elemento della ‘protezione’, intendo subito chiarire che, considerando la struttura economica e sociale dell’Europa, ‘proteggersi’ non significa ‘rinchiudersi’, in quanto -su scala globale- riteniamo che il multilateralismo sia lo strumento migliore per tutelare gli interessi degli Stati membri, a partire dal nostro”.

Il premier riguardo al bilancio europeo ha precisato che “Sono in discussione forme di condizionalità già esistenti nel bilancio che si chiuderà nel 2020, come la condizionalità macroeconomica, nonché nuove condizionalità legate al rispetto dello Stato di diritto, alle migrazioni e al rispetto dell’ambiente. L’Italia è impegnata ad evitare che la traduzione di questi principi in regole comuni e condivise comporti l’irrigidimento delle regole di bilancio europeo, ma piuttosto servano come orientamento verso il raggiungimento di standard comuni e in linea con i valori che esprime l’Unione europea sin dalle origini”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube