Diritto e Fisco | Articoli

Debiti con Equitalia e dilazione automatica

7 Agosto 2013
Debiti con Equitalia e dilazione automatica

Mi è stata notificata una cartella di pagamento per un importo complessivo pari a circa 28mila euro, a seguito di omessi versamenti di imposte; vorrei evitare azioni esecutive di Equitalia e che il debito aumenti, tuttavia non ho i soldi per pagare l’intera cifra. Premetto di essere proprietario di alcuni immobili dai quali, però, non percepisco alcuna rendita in questo periodo. Il mio Isee non mi consentirebbe una dilazione del debito. Cosa posso fare?

Entro 60 giorni dalla notifica della cartella o anche dopo, il contribuente può chiedere una dilazione del pagamento, presentando all’agente della riscossione (Equitalia) una semplice istanza motivata. Per importi iscritti a ruolo fino a 50 mila euro, infatti, la condizione di temporanea difficoltà non è soggetta ad alcuna valutazione da parte di Equitalia che, quindi, è tenuta ad accettare l’istanza a semplice richiesta.

Pertanto, non occorre presentare alcun documento, come l’Isee, che attesti l’obiettiva difficoltà.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube