Le scuole saranno riscaldate meglio

12 Dicembre 2019
Le scuole saranno riscaldate meglio

In legge di Bilancio arrivano provvedimenti per l’edilizia scolastica ed un piano nazionale di efficientamento energetico, con iter veloce e fondi potenziati.

Nella “maratona” di questi ultimi due giorni per apportare le ultime modifiche alla nuova legge di Bilancio 2020 sono confluite anche importanti misure per le scuole, che riguardano l’edilizia, la sicurezza e l’efficientamento energetico. I contenuti dei provvedimenti in arrivo sono esposti dalla nostra agenzia stampa Adnkronos che riporta le dichiarazioni rilasciate ora dal vice ministro dell’Istruzione,

“Sono particolarmente soddisfatta per l’approvazione, avvenuta questa notte in Commissione Bilancio al Senato, di un pacchetto di emendamenti alla manovra riguardanti l’edilizia scolastica. Nel dettaglio, diamo il via alla realizzazione di un Miur a impatto zero: viene definito un piano nazionale di interventi di efficientamento energetico nelle scuole del nostro Paese”. Lo annuncia la Vice Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Anna Ascani.

“A esserne interessati – spiega – gli istituti che soddisfano già i requisiti di sicurezza strutturale. L’abbiamo detto più volte: il nostro lavoro deve essere più su fronti, continuiamo a impegnarci per garantire sicurezza ai nostri studenti, ma allo stesso tempo dobbiamo impegnarci a promuovere ed educare alla sostenibilità: diamo ai nostri ragazzi scuole adeguate alla formazione di qualità che vogliamo assicurare. E in più diamo un concreto aiuto agli enti locali per ridurre le spese correnti sulle utenze”.

“Con questo primo piano di efficientamento energetico – aggiunge la Vice Ministra -, che sarà realizzato in collaborazione con la Banca europea degli investimenti, gli enti locali selezionati potranno intervenire sugli edifici per migliorare ed efficientare le prestazioni energetiche delle scuole, risparmiando anche notevolmente sulle spese di gestione degli edifici scolastici. La novità è anche data dall’opportunità di usufruire di un supporto tecnico dedicato e di un accompagnamento nell’attuazione degli interventi che consentirà di ridurre i tempi di realizzazione e di semplificare le procedure“.

“Inoltre – prosegue – vengono semplificate le procedure per la gestione dei fondi, in modo da velocizzare gli stanziamenti e gli interventi. E per completare la realizzazione delle scuole innovative, previste dalla legge 107 del 2015, e assicurare un finanziamento completo a quei progetti che avevano potuto godere di uno stanziamento parziale, vengono messi a disposizione i fondi non utilizzati e le economie di questo filone di investimento. Ringrazio tutti i parlamentari e i tecnici che hanno deciso di condividere con noi questo impegno e questa responsabilità. Non ci fermiamo qui: grazie alle risorse che arriveranno dal ‘Fondo infrastrutture‘ continueremo ainvestire in sicurezza, ristrutturazioni e nuove costruzioni. Dalla scuola passa il futuro del Paese: investire su questa è il modo migliore per assicurare a tutti un domani di crescita”, conclude Ascani.


note

Immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube