Diritto e Fisco | Articoli

Condizionatore rumoroso: scatta il reato di disturbo della quiete delle persone

8 Agosto 2013
Condizionatore rumoroso: scatta il reato di disturbo della quiete delle persone

Anche se a lamentarsi è un solo nucleo familiare, il procedimento penale è inevitabile per chi installa il condizionatore che provoca disturbo alla quiete.

È condannabile penalmente per disturbo alla quiete delle persone nelle loro abitazioni chi installa condizionatori rumorosi in casa sua o nel luogo dove svolge la sua attività, anche se dei rumori si lamenti solo uno dei nuclei familiari residenti nel condominio.

A dirlo è la Cassazione in una recente sentenza [1] che ha così condannato il gestore di un centro commerciale i cui condizionatori erano tanto rumorosi da sentirsi sino al quarto piano – anche a finestre chiuse – del condominio soprastante i locali.

La Suprema Corte ha precisato che il reato scatta quando il disturbo generato dai rumori incide sulla tranquillità pubblica e quindi sia anche solo potenzialmente idoneo a essere risentito da un numero indeterminato di persone, anche se poi, concretamente, se ne lamenta solo una persona.
Il problema della rumorosità dei condizionatori è molto frequente in condominio. Nel caso di rumorosità di un impianto che superi la normale tollerabilità, l’amministratore del condominio deve intervenire in modo da assicurarne il miglior godimento a ciascuno dei condomini [2]. Ad agire in tribunale, tuttavia, può essere solo il proprietario leso dal rumore.


note

[1] Cass. sent. n. 28874/2013.

[2] Art. 844 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube