Manovra stravolta: ecco le novità

12 Dicembre 2019 | Autore:
Manovra stravolta: ecco le novità

Con gli emendamenti approvati nelle ultime ore cambiano molto i contenuti della legge di Bilancio 2020, sia per le tasse sia per bonus e agevolazioni. 

È una manovra stravolta quella uscita dalla maratona in commissione Bilancio, iniziata ieri sera e durata 14 ore, comprese quelle notturne, per la votazione degli emendamenti.

Il provvedimento finale, sul quale domani o al massimo lunedì verrà posto il voto di fiducia nell’Aula del Senato per non consentire modifiche ulteriori (neppure la Camera potrà più apportarne, visti i tempi ristretti per l’approvazione che dovrà avvenire entro Natale), contiene parecchie sorprese che modificano molto i contenuti originari proposti dal Governo e introducono novità alle quali in un primo momento non si era pensato, e molte di esse non erano neppure state preannunciate.

Dalla plastic tax rivista all’ultima ora, allo slittamento della sugar tax, ma anche alle assunzioni negli istituti penitenziari e nelle scuole d’infanzia, fino ai monopattini elettrici ed al bonus latte, ecco tutte le novità dell’ultima versione della legge di Bilancio 2020, che con ogni probabilità sarà quella definitiva.

Plastic tax

Il prelievo sulla plastica monouso nell’ultima versione approvata in commissione Bilancio scende a 0,45 centesimi al chilo (inizialmente si era partiti da 1 euro) ed include anche il tetrapack. Sono invece esclusi i prodotti in plastica riciclata e quelli composti da più materiali con una componente di plastica inferiore al 40%. L’imposta entrerà in vigore a luglio.

Robin tax

Si tratta di un’addizionale Ires del 3,5% e dunque comporta un aumento dal 24 al 27,5% sugli utili delle concessionarie pubbliche di autostrade, aeroporti, porti e ferrovie. Si applicherà per tre anni, dal 2019 al 2021, ed il gettito andrà al miglioramento delle rete infrastrutturale. In una precedente versione, la platea dei concessionari era più vasta, ma «c’è stata una riflessione – ha spiegato il viceministro Antonio Misiani – per evitare il rischio che l’aumento ricadesse sulle bollette».

Sugar tax

La tassa sulle bevande zuccherate slitta al primo ottobre 2020; avrà un importo di 10 centesimi al litro. La correzione comporterà un minor gettito per 175,3 milioni di euro.

Assunzioni polizia penitenziaria

La commissione Bilancio ha approvato un paio di proposte di modifica per bandire concorsi per 68 assunzioni complessive tra uffici e istituti penitenziari. Nel dettaglio una norma prevede un concorso fino a 18 dirigenti degli uffici di esecuzione esterna nel 2020-22; un’altra norma 50 assunzioni nel 2020 di funzionari per l’amministrazione penitenziaria.

Auto aziendali 

È stata quasi azzerata la stretta sulle auto aziendali, travolta da una raffica di polemiche già all’indomani del suo primo annuncio. Ora, scatterà sui contratti dal luglio 2020 e solo sulle auto di nuova immatricolazione.

Ci saranno 4 fasce: il fringe benefit scende al 25% sulle auto aziendali con emissioni inquinanti inferiori a 60 g/km e al 30% su quelle superiori a 60 g/km. Per i veicoli più inquinanti invece, con emissioni Co2 tra 160 g/km e 190 g/km la percentuale passa al 40 dal 2020 e sale al 50% nel 2021; infine per le auto con emissioni inquinanti oltre 190 g/km sale al 50% e al 60% rispettivamente nel prossimo anno e nel 2021.

Clausole salvaguardia 

È una sorta di assicurazione nel caso gli obiettivi di bilancio non dovessero essere raggiunti: ci sarebbe il via libera ad un nuovo aumento delle clausole di salvaguardia delle accise sui carburanti con un innalzamento del gettito di 303 milioni di euro nel 2021 e di 651 nel 2022.

Tassa sulla fortuna

Aumentano le tasse sui giochi: dal 1° marzo 2o2o sale al 20% la tassa sulle vincite sui giochi superiori a 500 euro, comprese lotterie istantanee e ‘gratta e vinci’. Dal 15 gennaio, invece, sale al 20% anche il prelievo sulle new slot sulle vincite oltre i 200 euro. Cambiano anche Preu (Prelievo erariale unico) ed payout, cioè la percentuale delle somme giocate dedicate al montepremi vincite, che scende dal 68% al 65%.

Nuovi asili

In arrivo 2,5 miliardi di euro fino al 2034 per costruire nuovi asili nido e per ristrutturare e riqualificare le scuole materne, con priorità nelle aree svantaggiate e nelle periferie.

Bonus latte

Arriva un bonus di 400 euro destinato all’acquisto del latte artificiale per le mamme che non possono allattare i proprio figli, fino al compimento del sesto mese dei bimbi. A tale fine, viene istituito un fondo di 2 milioni di euro per il 2020 e di 5 milioni per il 2021 presso il ministero della Salute.

Il provvedimento prevede che con successivo decreto del ministero Salute, di concerto con il Mef e sentita la Conferenza Stato-Regioni, verranno stabilite le misure attuative anche per individuare le condizioni patologiche e tenendo conto dei requisiti economici per beneficiare del contributo.

Assunzioni scolastiche

Via libera a 390 assunzioni per l’organico delle scuole per l’infanzia. Lo prevede un emendamento riformulato alla manovra approvato in commissione Bilancio al Senato. Il contingente dei 390 posti verrà ripartito tra le regioni.

Quote rosa

Novità anche sul fronte quote rosa, una delle modifiche approvate stamane rialza al 40% le quote rosa nei consigli di amministrazione e negli organi di controllo delle società quotate.

Apprendisti

Decontribuzione totale con azzeramento del 100% dei contributi per chi assume giovani apprendisti. Lo sgravio dei contributi parte dal 2020 per i datori di lavoro che assumono un numero di addetti pari o inferiore a 9 per i periodi contributivi maturati nei primi tre anni di contratto di apprendistato di primo livello. Resta ferma l’aliquota del 10% per i periodi maturati negli anni successivi al terzo.

Monopattini elettrici

I monopattini elettrici vengono equiparati alle bici assistite – anziché ai ciclomotori – e potranno circolare, se rientrano nei limiti di potenza (500 watt) e velocità (max 20 km/h).

Atlete professioniste

Stop al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per le atlete professioniste: l’emendamento approvato prevede ”l’esonero al 100% dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l’assicurazione obbligatoria infortunistica, entro il limite massimo di 8.000 euro su base annua.

note

Immagine: 123rf


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube