Cronaca | News

Troppe tasse sui giochi, allarme illegalità

12 Dicembre 2019
Troppe tasse sui giochi, allarme illegalità

L’aumento della tassa sulle vincite, in aggiunta ai prelievi esistenti, rende l’impatto eccessivo e c’è il rischio di ripresa delle attività illegali. 

L’aumento della tassa sulle vincite, disposto poche ore fa con gli emendamenti alla legge di Bilancio, la riduzione del numero di Awp e Vlt (le nuove slot machine e videolotterie), l’introduzione dei diritti per gli apparecchi da gioco e per l’esercizio di sale dedicate, cui si aggiunge l’ennesimo aumento del Preu, il prelievo erariale unico sulla raccolta dei giochi: le misure contenute nella manovra rischiano di avere un impatto drammatico sul settore del gioco”.

Così Confesercenti, in una nota diffusa ora dall’agenzia stampa Adnkronos, commenta le misure sul gioco previste dalla Legge di Bilancio 2020. Dopo la stretta dello scorso anno, sottolinea, “i pubblici esercizi e gli altri operatori del settore non possono permettersi un’ulteriore stangata sui servizi di intrattenimento: c’è un rischio concreto che l’aumento della pressione fiscale sulla filiera affossi le attività lecite, lasciando quindi campo libero alle attività illegali“.

La Confesercenti, conclude il comunicato, “valuterà, nelle prossime ore, ogni forma di protesta per cercare di porre rimedio all’emergenza che il settore sta vivendo”.


note

Immagine: 123rf


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Io toglierei proprio questi giochi legalizzati! Non si rendono conto che le persone a furia di giocare si ammalano e mettono a rischio la loro salute mentale, la stabilità economica propria e quella delle loro famiglie. C’è gente che ha chiesto prestiti che non ha mai restituito, gente che ha distrutto la serenità della propria famiglia per il gioco. E lo Stato continua a pubblicizzare tutto questo perché? Perché pensa ai suoi incassi e non alle persone

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube