Diritto e Fisco | Articoli

Criteri di determinazione dell’assegno di mantenimento ed esigenze dei figli

9 Agosto 2013 | Autore:
Criteri di determinazione dell’assegno di mantenimento ed esigenze dei figli

La modifica dell’importo dell’assegno dovuto al coniuge e conseguente al riconoscimento dell’addebito della separazione va determinata sempre sulle possibilità reddituali del genitore e non solo sulle generiche esigenze della fase evolutiva del bambino.

Con una recente pronuncia [1], la Cassazione ha ricordato come, per legge [2], anche dopo la separazione, i genitori abbiano il dovere di mantenere, istruire ed educare i figli.

Ciò comporta che essi sono tenuti nei loro confronti non solo a un obbligo di natura alimentare, ma anche a provvedere alle loro diverse esigenze riguardanti la sfera sia morale che materiale: esigenze attinenti all’organizzazione domestica, alle attività scolastiche, a quelle sportive, alle cure sanitarie, ai rapporti sociali.

Inoltre, secondo la Corte, poiché il grado di soddisfazione di tali esigenze è strettamente legato alla condizione socio-economica della famiglia, per determinare in che modo le parti debbano contribuire ai predetti oneri, occorrerà fare riferimento:

– alle esigenze dei figli;

– alle sostanze e ai redditi dei coniugi;

– alla capacità di lavoro, professionale o casalingo, di ciascun genitore.

 


note

[1] Cass. sent. 17089/13

[2]  Art 147 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Se un’avvocato nasconde la verità al Giudice ( condizione economiche del proprio assistito) cosa và in contro?L’Avvocato della mia ex moglie ha nascosto al giudice la convivenza d’un compagno della suddetta con il relativo reddito famigliare. Ha fatto rientrare il PATROCINIO GRATUITO alla suddetta .

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube