Legalizzazione droghe: è battaglia

13 Dicembre 2019
Legalizzazione droghe: è battaglia

Fdi contro il correttivo alla Legge di Bilancio, che esclude dalle sostanze stupefacenti la cannabis light con Thc inferiore a 0,5% rendendone libera la vendita.

L’opposizione interviene duramente contro la maggioranza che, in un recentissimo emendamento, ha inserito nella manovra in corso di approvazione la cannabis light libera. L’agenzia stampa Adnkronos ha diffuso ora le dichiarazioni di Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di Fratelli d’Italia.

”Dopo aver tassato plastica, bevande zuccherate, benzina e gasolio l’Esecutivo rossogiallo inserisce la cannabis nel disegno di Legge di Bilancio. Attraverso un subemendamento in commissione Bilancio al Senato si stabilisce che con una presenza di principio attivo Thc non superiore allo 0,5% non si potrà parlare di sostanza stupefacente. Di fatto, si scavalca la sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione che aveva posto un freno in tal senso e si autorizza la vendita della cannabis light e la tassazione da applicare ai negozi”.

“Un Governo ‘stupefacente’ che con un emendamento approvato alla chetichella nella notte apre gravemente alle droghe la strada della legalizzazione. La droga è droga, sempre. Come Fdi continueremo a dare battaglia su questo tema, in piedi c’è sempre la nostra proposta di legge per la chiusura dei negozi in cui si vendono prodotti contenenti cannabis a basso Thc, ritenuti pericolosi dal Consiglio Superiore di Sanità”.

Sulla vicenda interviene anche il magistrato Alfredo Mantovano, vicepresidente del Centro studi Livatino; parlando con l’Adnkronos segnala che, se dovesse essere confermato l’emendamento alla manovra economica che legalizza la vendita al pubblico di derivati della cannabis qualora non superino lo 0,5 % di principio attivo, “il Parlamento si prenderà una bella responsabilità, poiché normalmente segue gli orientamenti della Cassazione, che in Sezioni Unite aveva ribadito il divieto di cessione e aveva escluso che i cannabis shop potessero realizzare una legalizzazione di fatto. Mi auguro che il Senato riconduca la questione nei binari” – conclude Mantovano.


note

Autore immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube