Lifestyle | Articoli

Come fare per vedere RaiPlay

16 Dicembre 2019 | Autore:
Come fare per vedere RaiPlay

I contenuti della piattaforma della tv di Stato: non solo Fiorello ma film, serie tv, programmi per bambini, documentari. Come registrarsi e accedere.

Niente di meglio che affidarsi ad un «mostro» televisivo come Fiorello per lanciare una nuova piattaforma televisiva. Che, come lo stesso Rosario Nazional-popolare ha ricordato in una delle sue gag, «è l’unico canale Rai che fa concorrenza a tutti i canali Rai». Fiorello è diventato non solo il testimonial o il conduttore del programma di punta di RaiPlay (che di contenuti ne ha tanti altri): Fiorello «è diventato RaiPlay». Parlare della piattaforma web della tv di Stato è come parlare di lui. E viceversa. Le finestre dedicate alla sua trasmissione «VivaRaiPlay», collocate tra il Tg1 delle 20 ed I Soliti Ignoti di Amadeus, i collegamenti quotidiani del telegiornale serale con il conduttore-comico-imitatore-trasformista-showman siciliano hanno portato alle stelle la curiosità dei telespettatori verso un canale digitale che già esisteva ma che in pochi «calcolavano», per usare un linguaggio consono al pubblico internettiano.

Insomma, chi oggi si chiede come fare a vedere RaiPlay si sta chiedendo, in realtà, come fare a vedere in diretta la trasmissione di Fiorello. Non come rivedere la fiction trasmessa la sera prima e persa per un impegno fuori casa. Non come rivedere in qualsiasi momento un film, una serie tv, un documentario. Niente di tutto questo: almeno oggi si vuole capire come vedere VivaRaiPlay. Poi, magari, si dà un’occhiata al resto.

Da questo punto di vista, almeno per una volta, bisogna dire che viale Mazzini ci ha visto giusto: affidando a Fiorello il lancio (meglio sarebbe dire «il rilancio») della piattaforma web come un canale aggiunto a quelli visibili sul digitale terrestre, ha fatto fare a RaiPlay dei numeri tutt’altro che trascurabili in termini di visualizzazioni in streaming. Qualche serata ha addirittura avuto più pubblico Fiorello rispetto alla partita della Nazionale, il che in Italia vuol dire avere un vero successo. Se ancora non sei riuscito a collegarti con la piattaforma e non sai come vedere il programma di «Fiore» e tutti gli altri contenuti, ecco come fare per vedere RaiPlay.

RaiPlay: che cosa si vede?

Non solo Fiorello, quindi. RaiPlay è la piattaforma in streaming della tv di Stato che dà la possibilità di vedere da qualsiasi parte attraverso un tablet, un pc o uno smartphone i programmi dei canali in chiaro della Rai o di guardare in qualsiasi momento con gli stessi dispositivi le trasmissioni già andate in onda sul digitale terrestre.

Non solo: la piattaforma contiene dei film e delle serie tv, dei programmi per bambini, dei documentari, degli spettacoli teatrali, delle «perle» tenute nelle teche, cioè nell’archivio Rai, e rispolverate per metterle a disposizione di chi vuole rivedere alcuni dei capolavori (anche in bianco e nero) della storia della televisione italiana, da Indietro tutta di Renzo Arbore a Macario, a Zavoli che racconta Fellini.

Il tutto in modo gratuito, senza pagare alcun abbonamento. È questo che contraddistingue RaiPlay da altre piattaforme in streaming. Gratuite anche le app da scaricare per lo smartphone o per il tablet dai soliti stores.

RaiPlay: come registrarsi?

Vedere o rivedere gratis dei contenuti Rai, dicevamo. Per accedere a RaiPlay, però, bisogna registrarsi. La procedura è semplice. Basta collegarsi al sito dal web o dall’applicazione, cliccare sull’icona «Accedi» che trovi in alto a destra.

Ti si aprirà una maschera per accedere (se hai già un account) o per registrarti con diverse opzioni: tramite Facebook, Twitter o Google o creando un account Rai con la tua posta elettronica.

Nel caso in cui tu scelga di vedere RaiPlay dallo smart Tv, dopo la registrazione che abbiamo appena visto devi associare al tuo account lo smart Tv attraverso l’applicazione.

RaiPlay: cosa fare dopo la registrazione?

Una volta che hai completato la registrazione a RaiPlay puoi cominciare a vedere quello che ti interessa. Ti può essere d’aiuto il menù che si trova in alto a sinistra (le tre lineette orizzontali) che ti indirizza alle varie aree tematiche: programmi on demand e canali tv. Nello stesso menù, trovi la voce «la mia lista» dove avrai salvato i tuoi contenuti preferiti da vedere anche offline e dove troverai gli ultimi contenuti che hai visualizzato per continuare a guardarli dal punto in cui ti eri interrotto, e la parte di supporto per risolvere qualsiasi problema.

Nel menù a tendina «on demand» trovi le tipologie di contenuti da scegliere tra:

  • film;
  • fiction;
  • serie tv;
  • bambini;
  • programmi;
  • teche Rai;
  • documentari;
  • musica e teatro.

Solo per fare qualche esempio tra i titoli che trovi nel menù film ci sono:

  • Il Divo, con Tony Servillo;
  • Troppo forte, con Alberto Sordi e Carlo Verdone;
  • Million dollar baby, di e con Clint Eastwood e con Hillary Swank e Morgan Freeman;
  • Il matrimonio che vorrei, con Meryl Streep e Tommy Lee Jones;
  • La famiglia Bélier.

Tra le fiction puoi scegliere di rivedere quelle più recenti come I Medici o Pezzi unici, quelle meno recenti come La compagnia del cigno o Il paradiso delle signore oppure quelle più datate come Capri o l’intramontabile Un medico in famiglia.

Musica e teatro, invece, propone concerti di musica classica, opere come la Tosca o spettacoli decisamente più contemporanei come le esibizioni dal vivo di Francesco De Gregori, Lucio Dalla o Maroon 5, oltre ad opere teatrali classiche e moderne.

Se, invece, nel menù principale clicchi su «canali tv», ha due opzioni: rivedere le principali trasmissioni (telegiornali compresi) andate in onda su tutti i canali Rai nell’ultima settimana (GuidaTV/Replay) oppure accedere alle dirette di tutti i canali Rai.

Naturalmente, potrai vedere anche la trasmissione di Fiorello, VivaRaiPlay, l’unica che non va in onda sui canali tradizionali, ma che si può vedere in forma integrale soltanto sulla piattaforma web.

Hai anche la possibilità di scaricare un contenuto in un tuo archivio virtuale (cioè non sul tuo smartphone o sul tuo tablet o pc) per rivedertelo offline. Lo stesso concetto, per intenderci, che utilizza Spotify per farti ascoltare la tua musica preferita senza consumare dati.


1 Commento

  1. Con l’aggiornamento descritto nell’articolo c’è stato un grandissimo PEGGIORAMENTE di Raiplay, perchè adesso sui televisori di qualche anno fa non si riescono più a vedere tutti i contenuti ma solamente i programmi dell’ultima settimana. Mi potete spiegare il perchè di questo cambiamento? A fronte di questo sensibile peggioramento non trovo alcun beneficio.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube