Diritto e Fisco | Articoli

Risarcimento al dipendente vittima di incidente stradale

12 Agosto 2013
Risarcimento al dipendente vittima di incidente stradale

Sono stato vittima di un incidente stradale e ora sono assente dal lavoro per prescrizione medica; quale risarcimento del danno mi spetta a seguito della malattia (danno patrimoniale e danno non patrimoniale)?

 

Il danneggiato daun sinistro stradale ha diritto al risarcimento dei seguenti danni:

danni non patrimoniali;

danni patrimoniali. Sono ricompresi in questa categoria di danni tutti i pregiudizi materiali ed economici subìti e quegli accadimenti che provocano – direttamente o indirettamente – una diminuzione del patrimonio del soggetto leso e quindi il suo impoverimento.

Il danno patrimoniale si può manifestare in due diversi modi:

a) come una perdita di valori già presenti nel patrimonio del danneggiato: si tratta del cosiddetto danno emergente; ad esempio il danno al veicolo o ad altri beni di proprietà del danneggiato;

b) nella mancata acquisizione di valori, che altrimenti il danneggiato avrebbe conseguito: si tratta del cosiddetto lucro cessante. Ovviamente, per chiedere l’indennizzo del lucro cessante il danneggiato deve anche dimostrare le utilità patrimoniali perdute a seguito dell’evento-danno e il nesso causale che c’è appunto tra il fatto e la diminuzione patrimoniale subita, quale conseguenza del primo. Per esempio: se il lavoratore svolgeva attività di supplenze a casa, la frattura di una gamba non potrebbe di certo impedire la prosecuzione dell’attività didattica domestica. Viceversa, se le lezioni erano tenute in luogo non raggiungibile per via dell’impossibilità a deambulare, il rapporto di causalità è dimostrato.

Rientrano fra i cosiddetti danni indiretti al patrimonio tutte le voci di redditi che il soggetto leso non ha ricevuto a causa della degenza ospedaliera e/o della convalescenza disposta dal medico e che invece avrebbe regolarmente percepito, ove fosse stato in grado di adempiere alla propria prestazione lavorativa [2].


note

[1] Artt. 2043 e 2059 cod. civ.

[2] Trib. Brescia sent. del 7 gennaio 2003; Cass. sent. n. 6403 del 28.11.1988.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube