Diritto e Fisco | Articoli

Amico porta droga alla mia festa: cosa rischio?

18 Dicembre 2019 | Autore:
Amico porta droga alla mia festa: cosa rischio?

Droga party: conseguenze legali per chi organizza una festa in cui ci sono sostanze stupefacenti. Portare droga a una festa è reato? Consumo di gruppo: quando?

Hai organizzato un party a casa per festeggiare il tuo compleanno: hai invitato amici e conoscenti, preparato l’ambiente e curato ogni dettaglio. Hai comprato anche qualche alcolico perché, si sa, a ogni festa c’è qualcuno che gradisce una birra o magari del vino. La serata comincia: sembra vada tutto per il meglio quando, a un certo punto, ti accorgi che alcuni invitati stanno trafficando con qualcosa. Ti avvicini e ti rendi conto che si tratta di marijuana. A questo punto pensi: cosa rischio se un amico ha portato droga alla mia festa?

In effetti, in Italia la legge sulla droga è piuttosto severa nel punire gli spacciatori e coloro che ne agevolano il lavoro. Cosa potrebbe accadere a chi organizza un party nel quale un invitato porta della droga? Ci sono responsabilità penali? Cosa accade se una normale festa si trasforma in un droga party a tutti gli effetti? Il padrone di casa ha qualche responsabilità? Se hai cinque minuti di tempo prosegui nella lettura: risponderemo a tutte queste domande.

Portare droga a un party è reato?

Cominciamo subito col vedere se portare della droga a una festa è reato. In Italia, fare un uso personale di sostanze stupefacenti non è un crimine; lo è, invece, spacciare droga, cioè cederla (anche gratuitamente) ad altre persone.

Dunque, di per sé, portare droga a una festa non costituisce reato, a meno che non si proceda a cederla agli altri invitati: in tal caso, si tratta di un vero e proprio spaccio, punito dalla legge come reato [1]. Nota bene: a essere punito è lo spacciatore, non l’acquirente della sostanza stupefacente.

Party a casa: cosa succede se c’è della droga?

Mettiamo il caso che tu abbia organizzato una festa a casa tua e un tuo amico, senza che tu ne sapessi niente, abbia portato con sé della droga, ad esempio della marijuana da fumare con gli altri. Sei responsabile della sua condotta? In altre parole, il proprietario della casa in cui c’è il party rischia qualcosa se qualcuno porta della droga?

In teoria, no: come detto, solamente lo spaccio di droga è punibile. Dunque, se il proprietario della casa in cui si tiene la festa non cede ai suoi invitati la droga, non commette alcun reato.

È tuttavia evidente che, se le forze dell’ordine dovessero effettuare una perquisizione a sorpresa e dovessero trovare delle sostanze stupefacenti, ci sarebbe il rischio concreto di incorrere in guai seri, visto che il proprietario dell’immobile dovrebbe spiegare perché c’è della droga in casa sua.

A questo punto, se la sostanza stupefacente rinvenuta dovesse essere molta, la polizia potrebbe non credere a un uso esclusivamente personale e, di conseguenza, potrebbe procedere anche all’arresto delle persone trovate con la droga, qualora sospettate di spaccio.

In casi del genere, la cosa migliore da fare è lasciare che le forze dell’ordine procedano con il loro lavoro ed, eventualmente, giustificare la presenza della sostanza drogante. Se, però, le forze dell’ordine non dovessero credere alla versione fornita, allora è opportuno contattare subito un avvocato, in quanto, come detto, c’è il rischio che si possa procedere all’arresto o, comunque, a segnalare la notizia di reato alla Procura della Repubblica.

Organizzare un droga party è sempre reato?

Facciamo ora l’ipotesi contraria, e cioè che tu organizzi una festa a casa tua dove invitare pochi amici per consumare insieme della droga; ad esempio, decidete tutti insieme di organizzare una serata a base di spinelli. Organizzare un droga party costituisce reato? Dipende:

  • se, oltre che a mettere a disposizione la tua casa, provvedi anche al “rifornimento” di sostanze stupefacenti, allora commetterai un grave reato, in quanto coglierai l’occasione per spacciare droga agli altri invitati;
  • se, invece, la droga che condividi a casa tua con i tuoi amici è stata acquistata da te anche su mandato degli stessi amici, allora il droga party non sarà un reato. Secondo la legge, si configura un consumo di gruppo di droga penalmente non punibile quando una persona condivide con gli altri la droga che ha acquistato da uno spacciatore su incarico delle persone a cui, poi, la cederà per consumarla tutti insieme.

Facciamo degli esempi.

Tizio organizza una festa a casa sua. A metà serata, offre degli spinelli ai suoi amici e, insieme, ne fumano uno ciascuno.

Caio, su incarico dei suoi amici, acquista della marijuana da usare per la festa che si sarebbe tenuta quella sera a casa sua. Durante il party, Caio condivide la droga con gli invitati e, tutti insieme, consumano lo stupefacente.

Nel primo caso, Tizio è responsabile del reato di spaccio di droga, in quanto cede (anche se gratuitamente) la droga ai suoi amici. Gli assuntori, cioè coloro che ne fanno uso, non sono invece penalmente responsabili.

Nella seconda ipotesi, Caio non commette alcun reato, in quanto ha comprato la droga per sé e per i suoi amici. In pratica, egli ha agito come mandatario. Perché si abbia consumo di gruppo non perseguibile penalmente occorre che anche Caio, insieme ai suoi amici, consumi la droga.

Se ne vuoi sapere di più su questo argomento, leggi l’articolo dal titolo Marijuana a una festa: cosa rischio?

Droga: sanzioni amministrative

Infine, devo ricordarti che, sebbene l’uso personale di droga non costituisca reato, la legge prevede della sanzioni amministrative da applicarsi anche nel caso in cui non ci sia il reato di spaccio.

Colui che viene sorpreso a drogarsi subisce sempre il sequestro della sostanza stupefacente (e la successiva confisca), oltre che incorrere in sanzioni tipo la sospensione della patente o del porto d’armi oppure l’obbligo di frequentare dei corsi di recupero per tossicodipendenti.

note

[1] Art. 73, d.P.R. n. 309/90.

Autore immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube