Lifestyle | News

Cosa regalare a Natale?

16 Dicembre 2019
Cosa regalare a Natale?

Cosa mettere sotto l’albero? Ecco cosa scelgono gli italiani, da quanto emerge dai dati del Codacons e di Coldiretti.

Parte la corsa ai regali natalizi. In occasione del Black Friday, molti hanno anticipato regali e acquisti in vista del Natale. Il Codacons ha diffuso le previsioni sulla spesa degli italiani in occasione delle festività natalizie: i consumi complessivi sono in calo del -2% ed è previsto un giro d’affari che non supererà i 10 miliardi di euro.

Gli acquisti delle famiglie nel mese di dicembre e legati al Natale saranno quest’anno inferiori rispetto al 2018, e la spesa procapite per regali, addobbi per la casa, alimentari, ecc. sarà pari a circa 167 euro, generando un giro d’affari che si fermerà a quota 10 miliardi di euro – afferma il Codacons – Un calo che si spiega col generale clima di sfiducia che imperversa tra i cittadini e che porta a contrarre i consumi anche in presenza di prezzi al dettaglio sostanzialmente fermi.

Quasi un italiano su tre (30%) ha scelto quest’anno di regalare per le festività vini, spumanti o prodotti alimentari tipici da mettere sotto l’albero ed imbandire le tavole delle feste dove sempre più spesso si discute di cibo e ricette. È quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’ divulgata in occasione del weekend in cui, anche sulla spinta dell’attesa della tredicesime, iniziano gli acquisti per oltre la metà degli italiani che non hanno ancora completato i regali.

Natale: cosa acquisteranno gli italiani?

Le famiglie taglieranno a dicembre alcuni acquisti tipici delle feste: sotto l’albero ci saranno meno capi di abbigliamento (con una spesa in calo del -5% rispetto al 2018), meno calzature (-7%) e meno gioielli (-3%); in calo anche la spesa relativa agli addobbi per la casa (-4,5%) e quella per i trattamenti estetici e prodotti di bellezza (-2%). Andrà meglio invece per gli alimentari – settore per il quale gli italiani non sono disposti a rinunce – e per i giocattoli, re incontrastati del Natale.

Come riporta una nota stampa dell’agenzia Adnkronos, secondo il Codacons, non solo le famiglie non faranno mancare sulle tavole alimenti, bevande e dolciumi tipici delle festività, ma quest’anno si rafforza la tendenza a scegliere come regali di Natale da destinare a parenti e amici proprio prodotti alimentari e cibi tipici del made in Italy, al punto che per tale comparto i consumi segneranno un incremento del +3% rispetto allo scorso anno. In crescita anche la spesa per i giocattoli destinati ai bambini, con un incremento del +2,5% sul 2018, e l’hi-tech e l’elettronica (+2%).

Per i regali, la maggioranza del 52% delle famiglie italiane – sottolinea la Coldiretti – ha fissato quest’anno un budget tra i 100 ed i 300 euro, il 31% sotto i 100 euro, il 14% dai 300 ai mille euro e un fortunato 3% supera i mille euro, tra quelli che rispondono.

In molti faranno ricorso alla tredicesima e si registra quest’anno – sottolinea la Coldiretti – una spinta verso regali utili che privilegia l’enogastronomia, per l’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola, che si esprime con la preparazione fai da te di ricette personali per serate speciali o con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e i profumi della tradizione del territorio.

Molto diffuso l’omaggio dei cesti enogastronomici, accanto all’immancabile panettone infatti – riferisce la Coldiretti – si è affermata la ricerca minuziosa di, formaggi, salumi, conserve del contadino, paste di grani italiani antichi, carne delle razze nazionali toriche, dalla chianina alla piemontese, e vini autoctoni dietro ai quali si nasconde una storia da raccontare sulle tavole della festa dove sempre più spesso si parla di origine della materia prima, di stagionatura, invecchiamento o recupero di varietà a rischio di estinzione da valorizzare in cucina.

Per la ricerca del regalo – continua la Coldiretti – c’è la tendenza dunque a scovare la curiosità e il miglior rapporto prezzo/qualità nei diversi luoghi di acquisto senza preclusioni, dalla grande distribuzione ai piccoli negozi, da internet fino ai mercatini. Sette italiani su dieci (70%) frequentano quest’anno i tradizionali mercatini di Natale che si moltiplicano nelle piazze italiane nel periodo di Natale e tra questi ben la metà (50%) vi acquista proprio prodotti enogastronomici.

Una opportunità – sottolinea la Coldiretti – che unisce il relax con la possibilità di fare acquisti con curiosità e novità per sfuggire alle solite offerte standardizzate. A differenza di quanto accade per le altre tipologie di regali, negli acquisti di bevande e prodotti alimentari si rileva peraltro una maggiore diffidenza verso la spesa on line.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube