Politica | News

Conte promette: 50% di tasse in meno

18 Dicembre 2019
Conte promette: 50% di tasse in meno

Grillini critici: il salvataggio della Banca popolare di Bari divide la maggioranza.

Conte tenta di compattare la maggioranza, scossa dalle forti tensioni degli scorsi giorni. E lo fa rispondendo a una intervista a Di Martedì su La7. Promette di mettere mano innanzitutto al taglio della burocrazia, poi alla spending review, la revisione cioè dei benefici fiscali spesso distribuiti in modo non equo. Ma soprattutto promette di tagliare le tasse fino al 50%.

Getta la maschera il Presidente del Consiglio che, sino all’anno scorso, ha vestito i panni della figura “super partes” ed ora rivela apertamente: «Alle ultime europee ho votato M5S. Cosa voterei alle regionali in Emilia Romagna? Sicuramente non la destra. Con Grillo ci ho parlato qualche volta e l’ho visto molto consapevole – e su questo c’è molta sintonia – che questa è un’occasione storica per rendere l’Italia più verde e più digitale, per migliorare questo Paese».

Con un botta e risposta diretto ai critici della legge di bilancio 2020, il Premier ha poi rivendicato i risultati conseguiti dal proprio Esecutivo: «Io sono il presidente del Consiglio – ha detto Conte – che ha evitato la procedura di infrazione per due volte. Credo di aver dimostrato che in Europa mi siedo, studio per rispetto di chi ci segue, e cerco di difendere gli interessi nazionali. Io offro alla mia maggioranza un europeismo critico, non fideistico».

A Renzi che ha auspicato di poter vedere il bicchiere mezzo pieno, Conte ha replicato non senza ironia «Lo vedrà traboccante, questo bicchiere, da qui al 2023». 

Il Premier ha poi precisato: «Ci sarà un confronto con le forze politiche a gennaio, ci metteremo attorno a un tavolo: tra le priorità individuate c’è la spending review, a gennaio partirà la spending review». Ma non solo, il premier promette di tagliare le tasse: «La lotta all’evasione che ci frutterà molto. Il tesoretto del Paese è di 100 miliardi (la cifra che quota l’evasione in Italia, ndr). Ricaveremo molto da questa lotta. E da questo gruzzolo potremo destinare una parte per tagliare del 20, 30 fino al 50% le tasse». 

Infine, Conte promette: «Un bonus fino a 2mila euro per i pagamenti digitali».

Nella maggioranza, le tensioni non si sono ancora spente. Prima di tutto ci sarà da affrontare la riforma della giustizia e soprattutto della prescrizione. Conte ha, quindi, voluto rassicurare le componenti della maggioranza: «La riforma della prescrizione entra in vigore automaticamente e ho già detto che è giusta, solo che va accompagnata con altre misure che garantiscano la durata ragionevole dei processi».

Poi c’è il salvataggio della Banca Popolare di Bari, che già ha suscitato le ire di molti grillini, da sempre molto critici nei confronti dei passati Governi che hanno messo mano al portafoglio degli italiani per salvare i banchieri. Ora toccherà a loro. 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube