Diritto e Fisco | Articoli

Se l’assemblea di condominio va sempre deserta o non si forma il quorum

20 Agosto 2013
Se l’assemblea di condominio va sempre deserta o non si forma il quorum

Che succede se l’assemblea di condominio va sempre deserta o, comunque, non si riescono a raggiungere i quorum costituitivi per mancata partecipazione dei condomini?

Nel caso di ripetute riunioni andate deserte e di conseguente inerzia dell’assemblea rispetto ad atti dovuti, l’unico rimedio è rappresentato dal ricorso all’autorità giudiziaria. Ogni singolo condomino, cioè, sarà libero di portare la questione all’attenzione del giudice civile che potrà tuttavia adottare i soli provvedimenti necessari per preservare o ripristinare la funzionalità delle parti comuni.

La legge [1], a riguardo, prevede quanto segue: per la validità delle deliberazioni della maggioranza si richiede che tutti i partecipanti siano stati preventivamente informati dell’oggetto della deliberazione.

Se non si prendono i provvedimenti necessari per l’amministrazione della cosa comune o non si forma una maggioranza, ovvero se la deliberazione adottata non viene eseguita, ciascun partecipante può ricorrere alla autorità giudiziaria. Questa provvede in camera di consiglio e può anche nominare un amministratore.

In caso vi sia comunque necessità di provvedere, in modo urgente, a determinate spese (per esempio un bene di proprietà comune che causa danni alla proprietà individuale), ciascun condomino potrà, in autonomia, agire e anticipare dette spese urgenti per poi farsi rimborsare dal condominio.


note

[1] Art. 1105 cod. civ. comma 4.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Il Condominio ha un suo Amministratore. Dopo circa quaranta anni dalla sua costituzione si rendeva necessario l’intervento di ripristino della pavimentazione delle strade interne. Si è dovuto procedere a soli rattoppi perché per ben otto anni le Assemblee, regolarmente convocate sono andate deserte. Per gli stessi motivi, da ben dieci anni si è provveduto solo ad interventi straordinari parziali sulla Piscina che non hanno risolto i problemi in modo esaustivo,anzi… Da oltre due anni l’Amministratore nell’impossibilità di raggiungere in assemblea l’auspicato quorum deliberativo, Considerato che il Regolamento Contrattuale impone senza deroghe la piena funzionalità dell’impianto per ogni stagione ha provveduto , con l’ausilio di un tecnico specialista , a promuovere una gara fra imprese suggerite da alcuni condomini, e con tutte le caratteristiche procedurali proprie di un appalto concorsuale; Considerato che ha diffuso a tutti i condomini informativa dettagliata dei risultati di gara, cos’altro deve attendere prima di dare corso ai lavori?
    L’irresponsabilità di condomini non partecipativi che con il loro comportamento danneggiano il buon vivere della cosa comune e che peraltro determinano una perdita di valore di ogni singola proprietà ha raggiunto ogni limite. E’ possibile agire contro di loro?

    1. L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi al portale https://www.laleggepertutti.it. Sul menu di sinistra troverà, sotto la voce rossa “servizi”, l’opzione “Richiedi consulenza”.
      Lo stesso risultato si può raggiungere cliccando sulla scritta, posta sopra ogni articolo, “Richiedi consulenza su questo argomento”.

      A quel punto, il sistema La guiderà nel pagamento attraverso carta di credito, Paypal o Postepay.

      Si tratta di un’operazione molto semplice e dal modico prezzo (euro 29,00 iva compresa) che ci consente di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

Rispondi a Redazione Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube