Diritto e Fisco | Articoli

Come si attiva la Postepay?

3 Gennaio 2020 | Autore:
Come si attiva la Postepay?

Carta prepagata Poste italiane: modalità di attivazione, costi e caratteristiche. MyPostepay e Postepay evolution: cosa sono? Attivazione online: come funziona?

Sono già diversi anni che stanno spopolando, in Italia e non solo, le carte prepagate, cioè quelle carte di pagamento che consentono di effettuare prelievi e acquisti come se fossero delle carte di credito qualsiasi. In realtà, le carte prepagate, sebbene siano apparentemente simili alle carte di credito, sono profondamente differenti da queste ultime per via di un aspetto specifico: mentre la carta di credito attinge denaro da un conto corrente, la prepagata può utilizzare solamente i soldi che sono stati caricati su di essa. Una delle più note carte prepagate è senz’altro la Postepay, emessa in esclusiva dalle Poste italiane. Con questo articolo spiegheremo come si attiva una Postepay.

Come ti accorgerai leggendo i prossimi paragrafi, ottenere il rilascio di una Postepay è davvero semplice e ha un costo esiguo; se consideri poi che la Postepay standard non ha alcun costo di gestione annuo (al di là delle commissioni per ricariche e prelievi), capirai bene come si tratti di un validissimo strumento di pagamento e di conservazione del denaro. Prosegui nella lettura se vuoi sapere come attivare una Postepay.

Postepay: caratteristiche

Prima di vedere come si attiva una Postepay, spighiamo brevemente quali sono le caratteristiche di questa particolare carta prepagata.

La Postepay è una carta di pagamento che consente di effettuare prelievi e, appunto, pagamenti prelevando i soldi che il suo titolare ha caricato su di essa. Fornendo i dati della carta e il codice di tre cifre riportato sul retro, è altresì possibile effettuare acquisti online attigendo il denaro necessario direttamente dalla Postepay.

Con la Postepay è possibile fare acquisti in Italia e all’estero, nonché sui siti internet convenzionati Visa. La Postepay sostanzialmente fa le veci di una normale carta di credito, poiché si sostituisce alla classica carta moneta. Puoi perfino prelevare presso tutti gli sportelli Atm delle Poste italiane, oltre che presso i bancomat che accettano Visa e Visa Electron.

Inoltre, la Postepay è dotata di tecnologia contactless: nei negozi dotati di Pos è possibile pagare, per spese inferiori o uguali a venticinque euro, avvicinando semplicemente la carta al dispositivo Pos, senza digitare alcun codice pin o firmare la ricevuta.

Lo svantaggio rispetto alla carta di credito è che, non poggiandosi su un conto, puoi prelevare solamente nei limiti di ciò che ci hai caricato.

Come ricaricare una Postepay?

Ricaricare una Postepay è semplicissimo, potendo avvalersi indifferentemente di una delle seguenti modalità:

  • direttamente presso l’ufficio postale;
  • attraverso lo sportello Atm (Bancomat);
  • presso il tuo domicilio o sede di lavoro;
  • online sul sito di Poste italiane;
  • tramite App Postepay o App BancoPosta;
  • con l’App PosteMobile;
  • mediante home banking;
  • in tabaccheria.

Postepay evolution: caratteristiche

Le Poste italiane rilasciano anche un altro tipo di carta prepagata: si tratta della ben nota Postepay evolution. Rispetto alla Postepay standard, con la Postepay evolution è possibile effettuare tutte le principali operazioni bancarie: accredito dello stipendio, bonifici e domiciliazione delle utenze (SDD-Sepa Direct Debit).

Per accreditare lo stipendio e ricevere bonifici sulla carta, basta comunicare l’Iban a chi dovrà effettuare l’accredito. Ed infatti, la Postepay evolution è munita non soltanto del numero identificativo della carta, ma anche del codice Iban per mezzo del quale sarà possibile realizzare le classiche operazioni bancarie.

Postepay: come attivarla?

Se intendi attivare (cioè, acquistare) una Postepay, puoi seguire due strade: recarti di persona presso un ufficio postale; procedere all’attivazione online della Postepay.

Attivare una Postepay alle poste

Se vuoi attivare una Postepay non devi fare altro che recarti presso l’ufficio postale più vicino munito di documenti personali e chiedere il rilascio di questa carta prepagata. In pratica, non devi fare altro che fornire i tuoi documenti all’operatore che si trova allo sportello, rispondere a qualche domanda (ti potrebbe essere chiesto il presumibile utilizzo che vorrai fare della carta, ad esempio se verrà impiegata per uso personale o per motivi lavorativi) e sottoscrivere il contratto di rilascio.

Il costo di attivazione di una Postepay standard (quella di colore giallo, per intenderci) è di appena dieci euro, suddivisi così: cinque euro per l’attivazione/acquisto; cinque euro a titolo di primo deposito minimo per abilitare la Postepay. Nessun’altra spesa ti verrà richiesta, nel senso che nessun costo annuo di gestione dovrai sostenere.

Completata l’operazione di registrazione/attivazione, l’impiegato ti consegnerà due buste sigillate: una con la tua carta Postepay; l’altra con il foglio contenente il codice pin della carta prepagata.

Attivare online una Postepay

L’attivazione online della Postepay riguarda essenzialmente la MyPostepay, cioè la carta prepagata delle Poste italiane che può essere personalizzata con immagine scelta tra quelle proposte o una foto a scelta del cliente. Può essere acquistata per sé o regalata e spedita al destinatario con l’importo già caricato scelto al momento dell’acquisto.

MyPostepay è del tutto identica alla Postepay standard di cui abbiamo parlato sinora: l’unica differenza riguarda l’aspetto esteriore che, come detto, è personalizzabile.

Fondamentale per l’attivazione online della MyPostepay è la registrazione sul sito Postepay.it; dopodiché, basterà scegliere l’opzione riferibile all’attivazione di una nuova Postepay e compilare tutti i campi richiesti.

A differenza dell’attivazione Postepay presso l’ufficio postale, l’attivazione online comporta che la carta prepagata ti venga spedita direttamente dalle Poste all’indirizzo che avrai indicato.

Postepay evolution: come si attiva?

La Postepay evolution si attiva esattamente come abbiamo visto sopra a proposito della Postepay standard; l’unica differenza sta nei costi, che sono di venti euro (cinque euro a titolo di costo di attivazione e quindici euro di credito minimo sulla carta) per l’attivazione e di dodici euro a titolo di costo di gestione annuo.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube