Diritto e Fisco | Articoli

Prescrizione bollette acqua

20 Dicembre 2019 | Autore:
Prescrizione bollette acqua

Che cos’è la prescrizione e quando scatta a proposito delle bollette dell’acqua?

Tutte le nostre abitazioni sono dotate dei servizi essenziali, cioè quelli, comunemente, indentificati con l’acqua, la luce e il gas. In termini tecnici, stiamo parlando delle cosiddette somministrazioni o, ancor più comprensibilmente, delle forniture. In pratica, ci rivolgiamo all’azienda prescelta (oggi il mercato offre molte alternative per ogni servizio essenziale) e da questa ci procuriamo l’energia elettrica per i nostri elettrodomestici piuttosto che l’acqua potabile per la cucina o la propria igiene personale. Ovviamente, tutto ciò ha un costo che paghiamo, regolarmente, a seguito dell’emissione della fattura di riferimento o, meglio ancora, della cosiddetta bolletta. Ma quanto tempo abbiamo per pagarla e, soprattutto, quando scatta la prescrizione delle bollette dell’acqua?

Ti stai ponendo proprio quest’ultima domanda, poiché negli ultimi giorni ti è arrivata una richiesta di pagamento molto elevata. Si tratta di un sollecito di pagamento relativo ad una vecchia fattura emessa da un precedente gestore, il cui importo è, però, molto elevato. Per questo motivo vorresti sapere se fosse possibile contestarlo, in particolar modo invocando il decorso della prescrizione. Pertanto, ti chiedi: che cos’è la prescrizione? In particolare, dopo quanto tempo si prescrive la bolletta dell’acqua? In questa ipotesi, la prescrizione scatta dopo due anni oppure è necessario che siano trascorsi cinque anni? Leggendo il prosieguo di questa pubblicazione, troverai le risposte alle tue domande.

Cos’è la prescrizione?

Quando sei debitore di una certa somma, il modo più naturale per rispettare il tuo obbligo è, certamente, quello di pagarlo precisamente e puntualmente. La legge, però, accanto a questa ipotesi di estinzione del debito, prevede anche il trascorrere del tempo. In pratica, si ritiene che maturato un certo periodo, il creditore non abbia più un fondato interesse a riscuotere il proprio credito. Inoltre, per soddisfare l’esigenza di certezza del diritto, la legge non consente che un obbligo sia efficace a vita. Sono, pertanto, queste le ragioni per le quali la prescrizione opera come un modo di estinzione del debito. Tuttavia, ricordati sempre queste regole:

  • la prescrizione non scatta automaticamente. In pratica, se sei debitore di qualcuno ed è trascorso il tempo necessario per non dover più pagare quanto dovuto, l’estinzione non si realizza automaticamente, ma deve essere fatta valere dinanzi ad un giudice, Ciò significa che il creditore potrebbe sempre azionare il proprio diritto anche se scaduto (ad esempio, con una bolletta, una cartella esattoriale, ecc). In tal caso, il debitore deve fare ricorso per far valere la prescrizione maturata e per determinare l’estinzione del proprio debito;
  • pagare un debito prescritto non determina il diritto al rimborso della somma versata. È la legge a stabilire questa regola [1]. Pertanto, prima di saldare una vecchia bolletta dell’acqua e facente riferimento a consumi anche di molti anni addietro, informati bene sulla prescrizione prima di pagarla, poiché, a versamento avvenuto, non potresti chiedere alcuna restituzione.

Bollette acqua: prescrizione in cinque anni?

A questo punto, avendo ben compreso che cos’ è la prescrizione ed i meccanismi con i quali si verifica l’estinzione di un debito prescritto, diventa fondamentale sapere dopo quanto tempo essa matura.

In particolare, devi sapere che il termine ordinario è decennale [2], mentre in altri casi, come quello esaminato in quest’articolo, si può riscontrare un termine più breve. Infatti, a proposito delle somministrazioni, cioè quelle che riguardano luce, acqua e gas forniti alle nostre abitazioni, il termine di prescrizione delle medesime e, quindi, delle bollette a cui fanno riferimento è di cinque anni [3]. Si arriva a questa conclusione, poiché si tratta di prestazioni che riceviamo e saldiamo periodicamente, ad esempio, a scadenza bimestrale o trimestrale. Per questa ragione, la prescrizione della bolletta dell’acqua si realizza scaduto il quinquennio successivo al periodo di scadenza della medesima. Se ciò dovesse corrispondere al tuo caso, non pagare la bolletta ricevuta e provvedi immediatamente a contestarla al tuo gestore.

Conguaglio idrico: prescrizione in due anni?

Avrai, sicuramente, sentito parlare del fatto che la legge preveda che, per le bollette dell’acqua, la prescrizione sia soltanto di due anni. Un’affermazione completamente diversa dalle informazioni che hai potuto apprendere leggendo il paragrafo precedente. Pertanto, a questo punto, potresti sentirti confuso e, quindi, chiederti: in quali casi la bolletta dell’acqua si prescrive dopo due anni?

Anche a questo proposito, è la legge a rispondere al tuo quesito, affermando che la prescrizione in esame si riduce da quinquennale in biennale soltanto per le bollette riferite alle fatture emesse dopo il primo gennaio del 2020 [4]. Pertanto, se sei stato destinatario di un sollecito relativo ad una fattura per un periodo precedente, il termine di prescrizione a cui dovrai fare riferimento, sarà ancora di cinque anni.


note

[1] Art. 2940 cod. civ.

[2] Art. 2946 cod. civ.

[3] Art. 2948 cod. civ.

[4] Art. 1 co. 4 – 10 L. 205/2017


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube