Cronaca | News

Truffe: scoperte estorsioni ai danni di enti socioassistenziali

20 Dicembre 2019
Truffe: scoperte estorsioni ai danni di enti socioassistenziali

Un’indagine che ha portato all’arresto di otto persone con l’accusa di associazione a delinquere.

Sono state arrestate otto persone: due sono finite in carcere e sei ai domiciliari. È successo a Torino, Moncalieri (Torino) e a Catania nell’indagine della Procura di Potenza in cui sono state scoperte cinque estorsioni ed altre 132 tentate ai danni dei responsabili di enti religiosi, cooperative socio-assistenziali, scuole paritarie a cui, con l’inganno, si chiedevano somme di denaro con la minaccia della mancata erogazione di contributi ministeriali. Altre dieci persone sono state sottoposte all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L’accusa è associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, alla truffa aggravata, al riciclaggio e all’autoriciclaggio.

Come riporta una nota stampa che la nostra redazione ha appena ricevuto da Adknronos, l’indagine è partita dopo la denuncia di una scuola paritaria della provincia di Potenza che aveva già subito due estorsioni e continuava a ricevere richieste di versamenti. Le attività investigative hanno messo in luce un sistema consolidato di truffe e estorsioni. Uno degli indagati presentandosi come ”dottor Messina” o ”dottor Fata”, sedicente appartenente a un ufficio scolastico regionale o al Miur, parlava con i responsabili delle strutture e rappresentava inesistenti errori nell’assegnazione dei contributi regionali o ministeriali sostenendo che erano stati erogati 2.490 euro in più rispetto al dovuto, a danno di un altro ente.

Così veniva richiesto il pagamento in modo rapido con bonifico su Postepay evolution, in realtà appartenenti ad altri familiari o partecipanti alla truffa che subito provvedevano al prelievo prima che le vittime potessero revocare il bonifico. Sono state 17 le volte in cui le estorsioni non sono andate a segno perché i Carabinieri di Potenza hanno avvisato i colleghi competenti per territorio. L’indagine è stata svolta dai militari dell’Aliquota Carabinieri della sezione di polizia giudiziaria con il supporto del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Potenza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube