Cartelle di pagamento congelate nelle feste natalizie

23 Dicembre 2019 | Autore:
Cartelle di pagamento congelate nelle feste natalizie

Stop all’invio di 300mila cartelle esattoriali dal 24 dicembre al 6 gennaio; niente sospensione per 17mila cartelle considerate inderogabili.

Le cartelle di pagamento verranno ”congelate” durante le festività natalizie: l’Agenzia delle entrate-Riscossione sospende l’attività di notifica degli atti dal 24 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020, “con l’obiettivo di evitare disagi ai contribuenti in questo periodo particolare dell’anno”. Lo comunica una nota ufficiale pubblicata sul sito internet dell’Agenzia e diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos.

Nelle due settimane tra Natale e l’Epifania era previsto l’invio di circa 322mila atti della riscossione, che ora resteranno invece sospesi per i prossimi 14 giorni, ad eccezione di quelli inderogabili (circa 17mila) che, per particolari ragioni di urgenza ed evitare il rischio di recupero del credito fiscale, dovranno essere comunque notificati, in buona parte tramite posta elettronica certificata.

L’iniziativa decisa dai vertici di Agenzia delle Entrate-Riscossione, d’intesa con gli operatori postali, prevede quindi la sospensione della notifica di circa 305mila cartelle e avvisi che saranno ”congelati”. La notifica riprenderà, conclude la nota di Agenzia delle entrate-Riscossione, ovviamente, dopo il periodo di sospensione. Il provvedimento riguarda solo l’Agenzia e non anche le cartelle o ingiunzioni emesse da altri Agenti di riscossione, come quelli convenzionati ad esempio con i Comuni per la riscossione dei tributi locali.

Nel proprio comunicato, l’Agenzia precisa che “lo stop delle cartelle durante le festività si inserisce nel percorso di miglioramento del rapporto tra Agenzia delle entrate-Riscossione, cittadini, professionisti e imprese. L’iniziativa si aggiunge infatti a quelle già realizzate dall’ente di riscossione per facilitare gli adempimenti fiscali e garantire una maggiore fruibilità dei servizi ai contribuenti. Senza necessariamente andare allo sportello, infatti, i contribuenti possono utilizzare da pc, smartphone e tablet i servizi online disponibili sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’app Equiclick. È possibile verificare la propria situazione debitoria, chiedere la rateizzazione o la sospensione delle cartelle, controllare l’esistenza di eventuali richieste di pagamento, ricevere un sms o una email che segnala la scadenza di una rata o l’arrivo di una nuova cartella, così come richiedere una copia della Comunicazione delle somme dovute con i bollettini di pagamento, utile ai contribuenti che hanno aderito ai provvedimenti di “rottamazione-ter” e “saldo e stralcio” delle cartelle”.

L’Agenzia ricorda infine che “i servizi web di Agenzia delle Entrate-Riscossione sono disponibili tutti i giorni, 24 ore su 24, dando così la possibilità ai contribuenti di svolgere le operazioni durante il periodo e gli orari più consoni alle proprie necessità”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube