Diritto e Fisco | Articoli

Se si spegne la luce delle scale del condominio, chi cade è risarcito

23 Agosto 2013
Se si spegne la luce delle scale del condominio, chi cade è risarcito

Il condominio e l’amministratore sono responsabili verso terzi per una caduta dalle scale a seguito dello spegnimento della luce nelle scale condominiali.

Deve essere risarcito dei danni subiti chi cade dalle scale del condominio per via dello spegnimento improvviso (dovuto a un guasto) della luce comune. Tenuto a corrispondere l’indennizzo è il condominio, in persona dell’amministratore che lo rappresenta a cui andrà indirizzata la richiesta di pagamento, con una previa raccomandata a.r. (eventualmente chiedendo se lo stabile è assicurato).

In questi casi, il condominio ha una responsabilità oggettiva: esso cioè deve risarcire ogni danno subìto dal terzo anche se l’evento lesivo si è verificato senza sua volontà o colpa. A riguardo si parla di “responsabilità per cose in custodia[1].

L’unico modo per il condominio di evitare la condanna al risarcimento è dimostrare (cosa di non facile conto) che l’evento si è verificato per caso di forza maggiore o a causa del comportamento colposo, in tutto o in parte, del danneggiato.


note

[1] Art. 2051 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Mia madre è caduta dalle scale in quanto da molto tempo non sono funzioananti le lampadine (fra l’altro situate estremamente alte) e nessuno si è preocupato di cambiarle. Il fatto è che però vivendo in un picolo paese non abbiamo mai avuto un amministratore, pur essendo otto condòmini e quindi per legge obbligati (io stesso ho fatto più volte riferimento a questo fatto ma sono sempre stato ignorato e accusato di voler far spendere soldi agli altri). Vorrei sapere se qualcuno in questa situazione può essere identificato come responsabile del danno provocato dalla caduta delle scale. Alessandro L.

    1. Questa è una risposta automatica.
      La ringraziamo per la Sua richiesta.

      L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi a un pagina qualsiasi del nostro portale https://www.laleggepertutti.it. In calce ad ogni articolo, o subito prima della prima parola, troverà un banner con scritto: “Richiedi una consulenza”. Quindi dovrà effettuare il pagamento attraverso Paypal. Per maggiori informazioni ci telefoni o chieda l’IBAN dello Studio Associato.

      Si tratta di un’operazione molto semplice (euro 28.00 iva compresa o, per le consulenze telefoniche, 50 euro iva compresa) che ci consente così di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube