Politica | Articoli

Xylella: Bellanova risponde alle polemiche

24 Dicembre 2019
Xylella: Bellanova risponde alle polemiche

Il ministro delle Politiche Agricole replica su Facebook contro i commenti accesi delle ultime ore.

Dopo le recenti polemiche sui fondi destinati ai territori colpiti dalla xylella previsti dal piano di rigenerazione, per un ammontare complessivo di 300 milioni di euro, la ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova, in un post su Facebook, risponde così “Sulla Xylella dire bugie è uno sport nazionale. Quelle delle ultime ore non le posso tollerare. A chi oggi continua a fare polemica dico di studiare bene prima di parlare”.

“1. Il piano Centinaio. C’è un piano di febbraio 2019, firmato dal Ministro Centinaio e frutto di un lungo lavoro tecnico (http://bit.ly/PianoCentinaio). In quel piano tra le varie attività ci sono già i fondi, messi allora dalla regione, per le azioni sviluppate attraverso i Gal o sono richiamati gli investimenti nazionali nei contratti di distretto, dove si cofinanziano le proposte fatte da agricoltori e aziende agroalimentari che investono nel territorio”, scrive Bellanova.

“2. Non esiste – puntualizza Bellanova – nessun piano Gentiloni. Nellalegge di bilancio 2018 e in quella 2019 sono stati stanziati 14 milioni di euro per finanziare contratti di distretto nell’area della Xylella. I soldi non vanno al distretto, vanno a imprese che investonoe ricevono un cofinanziamento. Il decreto attuativo è del luglio 2019″.

Bellanova passa al terzo punto: “Il piano da 300 milioni di euro. Il piano presentato ora riprende buona parte di quel lavoro e suddivide sulle azioni del piano Centinaio le risorse arrivate con il decreto emergenze agricole convertito in legge a maggio 2019. La misura attuata dai Gal è previsto venga gestita dalla Regione Puglia che decide procedure d’accesso, entità degli aiuti, soggetti beneficiari, criteri di erogazione del contributo”.

“4. Nessuna distrazione di fondi, piuttosto una distrazione di intelligenze. Chi ancora parla di distrazione di fondi offende non tanto me, ma il buon senso. E ne risponderà nelle sedi opportune”, scrive ancora Bellanova”.

“5. Ascolto con gli agricoltori e le loro organizzazioni. Sono assolutamente interessata – assicura Bellanova- a proseguire l’ascoltocon le organizzazioni agricole e gli agricoltori. Il piano deve aiutare loro a risollevarsi e ripartire. Ed è così vero che ho voluto che in ogni articolo del piano fosse specificato che la destinazione delle risorse può essere rivista in base alle reali richieste degli agricoltori. Non chiedono i fondi per una misura? Viene modificata a favore di altro. Non abbiamo scritto un testo sulla pietra, ma un decreto che deve servire a rilanciare le attività agricole a partire dall’olivicoltura”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube