Diritto e Fisco | Articoli

Spese di manutenzione e riparazione del tetto in condominio: a chi spettano

23 Agosto 2013
Spese di manutenzione e riparazione del tetto in condominio: a chi spettano

Suddivisione della spesa per la sistemazione di un pezzo di tetto che si è rotto  e possibilità di modifica della tabella millesimale per il riparto spese.

Salvo che non preveda diversamente il regolamento di condominio contrattuale (quello cioè approvato all’unanimità) o i singoli atti di acquisto degli immobili, il tetto è una parte comune dell’edificio. Pertanto, la spesa di manutenzione o di riparazione deve essere ripartita in base ai millesimi di proprietà di tutti quei condomini le cui abitazioni sono coperte dal tetto medesimo. Per esempio: se il condominio è composto da due fabbricati, a concorrere a dette spese saranno solo quei condomini il cui appartamento è “sotto” il tetto interessato ai lavori.

La tabella millesimale per il riparto delle spese può essere modificata solo con l’unanimità dei consensi, a mezzo di delibera assembleare o di convenzione dei condomini all’unanimità.

In particolare, a seguito della riforma del condominio [1], la modifica delle tabelle millesimali deve avvenire all’unanimità.

L’unica eccezione è l’ipotesi in cui la revisione delle tabelle sia necessaria per via di errore nel calcolo o per incremento delle superfici o incremento o diminuzione delle unità immobiliari e tale alterazione sia superiore a un quinto del valore proporzionale dell’unità immobiliare, anche di un solo condomino [2]. In tal caso, per la modifica è sufficiente la maggioranza degli intervenuti, oltre ai 500 millesimi.  

 


note

[1] L. 220/2012, entrata in vigore il 18 giugno 2013.

[2] Art. 69 delle disposizioni di attuazione cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube