Diritto e Fisco | Articoli

Morte cousufruttuario: è necessaria la dichiarazione di successione?

28 Dicembre 2019
Morte cousufruttuario: è necessaria la dichiarazione di successione?

Mia moglie è purtroppo deceduta lo scorso 07 Agosto. Non era intestataria di Immobili, però, era usufruttuaria al mio pari dell’abitazione in cui viviamo; la definizione esatta nell’atto è: usufrutto congiuntivo vita loro natural durante, con diritto di accrescimento reciproco.

I patronati che seguono le successioni mi hanno detto che stante così le cose non serve presentare la Denuncia di Successione. Me lo potete confermare?

Come hanno correttamente riferito i patronati, il diritto di accrescimento nell’usufrutto opera immediatamente, a norma dell’articolo 676 del Codice civile, secondo il quale “l’acquisto per accrescimento ha luogo di diritto”.

Come confermato dalla Cassazione, in tema di accrescimento della quota ereditaria, non è necessaria una specifica accettazione dei subentranti, poiché l’acquisto per accrescimento consegue all’espansione dell’originario diritto all’eredità, già sussistente in capo ai subentranti (Cassazione civile, sez. II, 21/05/2012, n. 8021).

E, in tema di accrescimento, anche l’atto stipulato in vita, e non solo il testamento, può costituire la fonte del diritto di accrescimento fra cousufruttuari, qualora l’usufrutto congiuntivo sia previsto in modo inequivoco, pure implicitamente, dalla volontà concorde delle parti.

Concludendo, le posso confermare come, in mancanza di elementi contrari previsti all’interno dell’atto costitutivo dell’usufrutto congiuntivo, l’accrescimento della quota in suo favore opererà in automatico, senza necessità di dichiarazione successoria, e Lei avrà solo l’onere di procedere con la voltura catastale (aggiornamento dei dati all’ufficio del territorio), allegando il certificato di morte, l’atto costitutivo di usufrutto e un’autocertificazione con la quale dichiarare la qualità di erede.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. QUESITO: STRALCIO DI ATTO NOTARILE STIPULATO E REGISTRATO
    .
    DIRITTO ALIENATO n. 1
    Con il presente atto i SIG.RI ROSSI e BIANCHI in ragione della quota di 1/2 ciascuno e congiuntamente per l’intero vendono ai SIG.RI GIALLO e VERDE che in ragione della quota 1/2 ciascuno accettano ed acquistano il diritto di usufrutto generale vitalizio con diritto di reciproco accrescimento sul seguente bene immobile: PORZOPNE DI FABRICATO posto nel comune di Malalbergo

    DIRITTO ALIENATO N.2
    Con il presente atto (lo stesso) i SIG.RI ROSSI e BIANCHI, in ragione della stessa quota di 1/2 ciascuno e congiuntamente per l’ intero vendono ai SIG.RI e BLU e VERDE che, in ragione della quota 1/2 ciascuno accettano ed acquistano il diritto di nuda proprietà sul seguente bene immobile (lo stesso):PORZOPNE DI FABRICATO posto nel comune di Malalbergo.
    In caso di morte di uno degli Usufruttuari che succede?

    usufrutto L 50%
    GIALLO VERDE

    nuda proprietà al 50%
    VERDE BLU

    In attesa di riscontro, porgo distinti saluti.
    ROSA MUNI (GIALLO)

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube