Diritto e Fisco | Articoli

Si va in carcere per falsa testimonianza?

27 Gennaio 2020 | Autore:
Si va in carcere per falsa testimonianza?

Mentire al giudice: quando è reato? Negare la verità o affermare il falso in tribunale fa andare in prigione? Quando si commette falsa testimonianza?

Spesso si tende a sottovalutare l’importanza della legge e, soprattutto, la sua severità. Probabilmente ciò è dovuto alle tante notizie che testimoniano di persone che, pur avendo commesso i peggiori crimini, l’hanno fatta franca. Ti sorprenderà dunque il fatto che è possibile andare in carcere per una semplice menzogna, perfino per un silenzio di troppo; è ciò che accade con il reato di falsa testimonianza: se menti davanti al giudice rischi grosso, più di quanto tu possa immaginare. Si va in carcere per falsa testimonianza?

È ciò che spiegheremo con questo articolo. Se avrai la pazienza e il tempo di continuare a leggere, vedremo insieme cos’è il reato di falsa testimonianza, cosa succede se qualcuno lo commette e, soprattutto, quante sono le probabilità che mentendo al giudice si vada in prigione.

Cos’è la falsa testimonianza?

La falsa testimonianza è un reato punito dalla legge con la reclusione da due a sei anni, e riguarda colui che, deponendo come testimone innanzi all’autorità giudiziaria, afferma il falso o nega il vero, ovvero tace, in tutto o in parte, ciò che sa intorno ai fatti sui quali è interrogato [1].

Quando si integra la falsa testimonianza?

Può commettere il reato di falsa testimonianza solamente colui che è chiamato a deporre davanti al giudice, qualunque sia la causa (penale, civile, ecc.). Per tale ragione, non può rispondere di falsa testimonianza la parte che ha promosso la causa civile oppure che resiste in giudizio, tantomeno l’imputato.

La falsa testimonianza è un reato proprio, cioè un crimine che può essere commesso solamente da chi riveste una particolare qualifica, che sarebbe quella del testimone.

Quando si commette falsa testimonianza?

Tra un attimo ti dirò se si va in carcere per falsa testimonianza; ora, però, mi sembra essenziale spiegarti in che modo si può commettere questo reato. Come detto nel primo paragrafo, commette falsa testimonianza non soltanto colui che mente spudoratamente, ma anche chi nega un fatto realmente accaduto oppure semplicemente rifiuta di esporre la verità, restando in silenzio (la reticenza, appunto).

Dunque, commette il reato di falsa testimonianza colui che, chiamato a deporre come testimone:

  • afferma il falso («Ho visto Tizio entrare nell’appartamento di Caio», ma in realtà il teste sa che non si trattava di Tizio);
  • nega il vero («Non ho visto nulla perché non ero presente», quando la verità è esattamente l’opposto);
  • tace («Non so, non ricordo», mentre invece il teste sa tutto).

Si rischia la prigione per falsa testimonianza?

Le pene previste per il reato di falsa testimonianza sono relativamente alte: come visto nel primo paragrafo, la legge parla di reclusione da due a sei anni. Dunque si va in carcere per falsa testimonianza? Non è detto: nonostante il codice penale preveda la reclusione, in realtà esistono molti istituti giuridici che consentono di evitare la gattabuia, soprattutto se si è incensurati.

Basti solamente ricordare che, per le pene inferiori ai due anni, la legge prevede il beneficio della sospensione condizionale della pena, mentre per pene fino a quattro anni di reclusione è possibile accedere alle misure alternative alla detenzione (nello specifico, all’affidamento in prova ai servizi sociali), evitando così di finire dietro le sbarre.

Inoltre, se non ci sono particolari aggravanti, la concessione delle attenuanti generiche non viene negata a nessuno, con conseguente sconto della pena pari a un terzo rispetto a quella che sarebbe stata normalmente inflitta.

Un altro sconto di pena, sempre pari a un terzo, può derivare dalla scelta di un rito premiale, come ad esempio il patteggiamento oppure il giudizio abbreviato.

Falsa testimonianza: c’è rischio di andare in carcere?

Tirando le fila di quanto detto sinora, possiamo dire che, nell’ipotesi di falsa testimonianza, c’è sicuramente il rischio di andare in carcere per colui che ha commetto il crimine; tuttavia, a meno che non si abbiano già dei precedenti penali, è difficile pensare che, per il solo delitto di falsa testimonianza, si possa finire concretamente dietro le sbarre, salvo che, ovviamente, non ci sia concorso con altri reati oppure non ricorrano altre condizioni che impediscono la concessione dei benefici di legge sopra menzionati.


note

[1] Art. 372 cod. pen.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube