Diritto e Fisco | Articoli

Si all’assegno di mantenimento se la nuova relazione non è stabile

28 Agosto 2013
Si all’assegno di mantenimento se la nuova relazione non è stabile

Non può essere revocato l’assegno di mantenimento in favore della ex che non ha ancora consolidato la sua nuova relazione sentimentale.

Non perde il diritto ad ottenere l’assegno di mantenimento l’ex coniuge che abbia una nuova relazione sentimentale; al contrario lo perde solo se tale relazione si è consolidata. Lo ha precisato ieri la Corte di Cassazione [1], ribadendo un principio già consolidato in giurisprudenza. Solo una stabile convivenza può incidere sulla misura dell’obbligo economico. Se, al contrario, la convivenza non si è stabilizzata in modo tale da far pensare alla formazione di una “famiglia di fatto”, l’assegno di mantenimento non viene meno.

Se, dunque, il coniuge obbligato al mantenimento richiede la revisione dell’assegno sulla base del fatto che l’ex ha iniziato una nuova relazione con un’altra persona, per non perdere l’assegno medesimo è sufficiente che il beneficiario dimostri che tale relazione non è ancora caratterizzata da stabilità, continuità e regolarità.


note

[1] Cass. sent. n. 19555 del 26.08.2013.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA