Assicurazione Rc auto familiare: nuovo termine per lo sconto

30 Dicembre 2019
Assicurazione Rc auto familiare: nuovo termine per lo sconto

Il decreto Milleproroghe nell’ultima versione prevede un breve rinvio dell’entrata in vigore delle tariffe agevolate alla classe di merito più bassa. 

Slitta al 16 febbraio l’assicurazione Rc auto familiare, che rappresenta una delle novità assolute della manovra finanziaria. Consentirà infatti agli assicurati ‘virtuosi’ (quelli che non hanno causato incidenti con responsabilità esclusiva o prevalente negli ultimi cinque anni) di far beneficiare, anche in sede di rinnovo della polizza, del risparmio che deriva dalla loro classe di merito più favorevole ai diversi veicoli appartenenti alle altre persone appartenenti allo stesso nucleo familiare. Senza questa norma, essi non avrebbero alcuno sconto sul premio tariffario.

Si tratta di una notevole estensione della Legge Bersani: ora l’impresa di assicurazione dovrà assegnare al contratto relativo a un ulteriore veicolo, anche di diversa tipologia (quindi, ad esempio, auto rispetto a moto, mentre finora non era consentita l’estensione a veicoli di categoria diversa), la medesima classe di merito risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato.

La misura, contenuta nella Legge di Bilancio 2020, sarebbe dovuta scattare sin dal 1° gennaio 2020 ma, secondo quanto si legge ora nell’ultima versione del decreto Legge Milleproroghe (accompagnata dalle relazioni tecnica e illustrativa), l’entrata in vigore sarà rinviata, seppur di poco più di un mese e mezzo.

Alla base della decisione – si legge nella relazione illustrativa che la nostra agenzia stampa Adnkronos ha visionato e ci ha comunicato in anteprima – c’è la presa d’atto che ”il processo di vendita delle polizze assicurative, nei suoi vari canali (presso gli intermediari o agenti e su Internet delle compagnie online) avviene in modalità totalmente informatizzata, sulla base di sistemi software estremamente complessi e soggetti a tempi di riprogettazione, sviluppo, crash test e certificazione finale” e di conseguenza ”si rende necessario prevedere un tempo minimo di adeguamento tecnologico dei sistemi di tariffazione ed emissione polizze”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube