Diritto e Fisco | Articoli

Che succede se un testimone non si presenta in udienza, benché citato?

13 Settembre 2013


Che succede se un testimone non si presenta in udienza, benché citato?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 Settembre 2013



Ho ricevuto una intimazione a testimoniare in una causa, ma non posso presentarmi per quella data: quali conseguenze subirò se non andrò a deporre in udienza? 

La citazione dei testimoni a deporre in udienza avviene, generalmente, con raccomandata a.r., inviata dal difensore alla residenza del testimone, o con atto notificatogli dall’ufficiale giudiziario.

L’intimazione a testimoniare non contiene l’oggetto su cui verterà la testimonianza o le domande che saranno effettuate al testimone, ma solo l’indicazione della data dell’udienza, del tribunale, del giudice, delle parti in causa.

Cosa prevede la legge

Se il testimone di una delle parti in causa non si presenta all’udienza per il quale è stato citato regolarmente, il giudice rinvia la causa ad un’altra udienza e, nello stesso tempo può:

  • ordinare una nuova intimazione nei confronti del testimone (ipotesi più frequente)
  • oppure  disporne l’accompagnamento coattivo all’udienza stessa, a mezzo delle forze dell’ordine, o ad un’altra successiva.

Con il medesimo provvedimento, il giudice può condannare il testimone a una pena pecuniaria (da 100 a 1000 euro per i procedimenti successivi al 1 marzo 2006; da 2 a 5 euro per quelli anteriori a tale data).

Tali provvedimenti possono essere pronunciati contro il testimone non comparso dopo che sia decorsa 1 ora da quella indicata per la comparizione nell’atto di intimazione. Il provvedimento di condanna costituisce titolo esecutivo contro il testimone.

Testimone impossibilitato

Se il testimone è impossibilitato a presentarsi (per esempio, in caso di malattia, motivi di lavoro, ecc.) o ne è esentato (per es. Presidente della Repubblica, Presidenti delle due Camere, Presidente del Consiglio dei Ministri, Presidente della Corte Costituzionale, Agenti diplomatici durante la loro permanenza fuori dal territorio dello Stato, Cardinali e Grandi ufficiali di Stato), il giudice si reca nella sua abitazione o nel suo ufficio; e, se questi sono situati fuori della circoscrizione del tribunale, delega all’esame il giudice del luogo.

Cosa può fare il testimone che abbia impedimenti momentanei

Il testimone che presenti impedimenti momentanei a presenziare all’udienza (per es. malattia, impegni di lavoro, ecc.) può chiedere al giudice – senza subire le conseguenze appena descritte –  il rinvio della causa ad altra udienza per essere, in quella sede, escusso.

A tal punto, sarà necessario far pervenire in cancelleria e all’avvocato che ha citato il testimone la relativa richiesta di rinvio con la documentazione attestate l’impossibilità (per es. certificato medico, ordine di servizio, ecc.).


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

14 Commenti

  1. Le spese sostenute dal teste convocato dal Giudice o dal Pubblico Ministero vengono rimborsate ? Se la convocazione in qualità di teste viene notificata e richiesta dall’Avvocato, le spese sostenute (Viaggio, pernottamento, pranzo ecc. ) vengono corrisposte o rimborsate da quest’ultimo?

  2. Ho la sclerosi multipla con difficoltà a deambulare e sono stata citata come testimone in una causa civile. Cosa devo fare per evitare di andare senza incorrere in procedimenti disciplinari?

  3. oltre a essere stato truffato con asta telematica sono stato anche multato perchè non mi sono presentato al processo come testimone.
    io abito a Lucca e dovevo andare a Lanciano(Pescara)siamo nel 2015 e fanno videoconferenze nel mondo e io non potevo recarmi nel piu’ vicino tribunale e fare una videodichiarazione.
    cosi’ becco e bastonato.vediamo come va a finire.
    questa è l’ITALIA.

    1. Ciao Eduardo
      sto vivendo lo stesso incubo anch’io!
      Truffato, sono stato citato a testimoniare(abito a Milano e dovrei andare a Bari, e l’aereo non è autorizzato perché posso prendere i treni notturni per essere in orario alle ore 09.00)
      In sostanza tutte le comodità per il truffatore!
      Come essere truffati due volte
      Viva l’Italia
      La legge tutela i truffatori

  4. la controparte ha accettato una proposta di transazione dai tre imputati. successivamente uno dei tre imputati decide invece di andare avanti con la causa e non affrontare la spesa. Devono per forza seguirlo anche gli altri 2 imputati? o possono transare?

  5. Mio marito e’ stato chiamato a testimoniare in un processo penato e ci siamo presentati in tribunale alle 10 mentre la convocazione era alla 10 e 30 come da avviso ! Il processo e’ invece iniziato alle 9 ,ma non essendoci il testimone lo hanno richiamato alle 9 e 30 ma ancora non eravamo presenti ! Ora ci arriva una multa di 250 euro per non essersi presentato , come e’ possibile se noi avevamo la convocazione per le 10 e 30 ? Che fare ?

  6. Buongiorno,
    Sono agente di commercio e, citato come teste da un ex collega contro l’ azienda che rappresento e con la quale sono in ottimi rapporti, non posso presentarmi per impegni di lavoro non rimandabili e vorrei sapere se la documentazione va inviata alla parte che mi ha citato, alla cancelleria del tribunale o ad entrambi e se è ammesso la comunicazione via Pec.
    Grazie.

  7. Salve nel 2015 sono stato truffato online comprato un televisore e mai ricevuto e denunciato il tutto ai carabinieri.
    Ora vengo citato a comparire nel il tribunale di napoli per l’udienza ma io abito a reggio emilia , trovo assurdo che mi devo recare a napoli io chi mi paga il viaggio e il danno arrecatomi visto che devo anche lavorare quel giorno mi fa pentire di aver denunciato il fatto ci devo rimettere io al posto del ladro.
    Cosa posso fare per non andare a napoli? aiutatemi mi sembra entrato in incubo ma e mai possibile che a pagare e sempre il cittadino onesto .

    1. Se il tuo nome compare nella lista dei testimoni di una parte processuale, nel momento in cui ti arriverà la citazione a casa dovrai recarti in tribunale nel giorno e nell’ora che ti sarà indicata. Nel caso in cui tu sia assolutamente impedito (per motivi di salute o per ragioni improcrastinabili di lavoro), dovrai inviare tempestivamente una giustificazione.In questo caso, se il giudice riterrà giustificata la tua assenza, disporrà una nuova udienza per la quale verrai nuovamente citato. Tutto ciò che dovrai fare è comunicare alla cancelleria del tribunale mediante fax (nel caso in cui tu sia stato citato direttamente dal tribunale: si pensi alla citazione del p.m.) oppure all’avvocato che ti ha chiamato, la tua impossibilità a presenziare, allegando documentazione idonea a suffragare le tue parole. Così, se sei a casa con la febbre, potrai trasmettere copia del certificato medico che attesti il tuo stato di salute. Attenzione: non ogni malattia è una valida giustificazione. Occorre che tu sia realmente impossibilitato a recarti fisicamente nell’aula di tribunale. Se sei ricoverato in ospedale, la documentazione della struttura andrà più che bene. Eccezionalmente, se sei impossibilitato ad affrontare il viaggio per ragioni di salute o invalidità, il giudice può delegare un magistrato del luogo ove risiedi affinché tu sia sentito nel tribunale più vicino o, eventualmente, presso la tua residenza (si pensi agli anziani che non possono essere trasportati).

      Se sei impegnato a lavoro come dipendente, devi sapere che hai diritto a un permesso retribuito per recarti in tribunale e rispondere alle domande. Il datore di lavoro non può impedirti di assentarti per testimoniare. Per ottenere il pagamento della giornata, il testimone dovrà farsi rilasciare un certificato dalla cancelleria. Ai lavoratori autonomi, invece, non spetta alcuna retribuzione per la giornata lavorativa persa. Nel caso in cui, per motivi di lavoro, tu sia assolutamente impedito a recarti in tribunale (si pensi ad una trasferta all’estero), dovrai inviare una dichiarazione alla cancelleria o all’avvocato che ti ha citato, chiarendo le cause dell’impossibilità a presenziare in tribunale. In tal caso il giudice rinvia l’udienza ad altra data, di cui ti sarà data notizia con una nuova citazione.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA