Diritto e Fisco | Articoli

Testimonianza: quali soggetti non possono essere testimoni in una causa civile

30 Agosto 2013
Testimonianza: quali soggetti non possono essere testimoni in una causa civile

Incapacità a testimoniare: oltre alle parti in causa (incapacità prevista dalla legge), la giurisprudenza ha preso posizione in merito ad altre specifiche condizioni, come quella del coniuge, il dipendente, il socio, l’amministratore, i parenti e gli affini.

La testimonianza è una delle prove più utilizzate nei processi civili. Ma non è concesso a chiunque rendere dichiarazioni testimoniali. La legge pone alcuni limiti che val la pena elencare, per non trovarsi nella condizione di confidare in una prova che potrebbe poi risultare inutilizzabile.

Cos’è la testimonianza

Prima di vedere chi può testimoniare e chi invece non può, cerchiamo di comprendere cosa sia questo strumento di prova.

Le parti possono provare i fatti che affermano in giudizio tramite la testimonianza delle persone che ne hanno una conoscenza diretta. Questo vuol dire che la testimonianza su fatti riferiti da altri (in gergo tecnico detta “testimonianza de relato”) non ha alcun valore.

Nonostante sia molto utilizzata nella prassi, tale prova non è particolarmente attendibile; inoltre i suoi risultati non sono sempre garantiti. Le parti che intendono avvalersene, quindi, devono avere ben chiare le insidie connesse con il suo utilizzo.

Può infatti accadere che le dichiarazioni dei soggetti chiamati a testimoniare siano imprecise, perché falsate dal tempo trascorso e dai condizionamenti della realtà circostante. Oppure che il testimone, citato per confermare determinati fatti affermati dalla parte, cada in contraddizione perché intimidito dalle circostanza o dal difensore di controparte.

Proprio in considerazione di ciò, la legge ha previsto una serie di limiti alla ammissibilità della testimonianza (che a breve vedremo).

Non si dimentichi infine che il giudice non è tenuto a considerare come oro colato quanto affermato dal testimone. Al contrario, il magistrato valuta le dichiarazioni rese dai testi secondo il proprio prudente apprezzamento, ossia giudicando, in base al caso concreto, quanto e se ritenerle attendibili. La conseguenza è che se il testimone afferma come vera una determinata circostanza, il giudice non è tenuto a considerarla necessariamente tale (ovviamente dovrà motivare le ragioni per cui ritiene di discostarsi dalla prova fornita).

Incapacità a testimoniare

In generale, la testimonianza può essere resa solo da persone diverse dalle parti. I soggetti coinvolti nel giudizio (attore e convenuto) non possono quindi testimoniare in nessun caso, anche se sono gli unici testimoni di un fatto.

Non tutti i terzi, inoltre, possono assumere la qualità di testimone: la legge prevede che non possono essere chiamate a testimoniare le persone che hanno nella causa un interesse giuridicamente qualificato che potrebbe legittimare la loro partecipazione alla causa. È il caso, per esempio, di un soggetto coinvolto in un tamponamento a catena tra veicoli, chiamato a testimoniare nella causa intrapresa da due soltanto dei danneggiati.

Ecco una carrellata più specifica dei soggetti incapaci a testimoniare.

La parte, come anticipato, non può certamente testimoniare, perché massimamente interessata all’esito del giudizio.

Anche il difensore della parte non può testimoniare. Pertanto, sarà opportuno scegliere l’avvocato tenendo conto di tale limitazione che potrebbe subire nella prova [1].

Il legale rappresentante di una società (l’amministratore) non può testimoniare [2]. Al contrario può testimoniare il socio [3].

Il soggetto fallito non può testimoniare nelle cause relative ai rapporti patrimoniali compresi nel fallimento [4].

Il mediatore può testimoniare, salvo nelle ipotesi in cui la decisione del giudice potrebbe privarlo del diritto alla provvigione [5].

 

Il dipendente di una delle parti in causa può certamente testimoniare. Così anche il funzionario di banca e l’assistente di polizia.

Non può testimoniare il condomino in una causa che concerne il proprio condominio [6].

Quanto ai coniugi in comunione legale, la Cassazione ritiene che essi possano testimoniare [7], salvo che la causa riguardi beni inclusi nella comunione [8].

Possono testimoniare anche i parenti e affini in linea retta, nonché i minori [9].

È stato ritenuto capace di testimoniare anche il consulente tecnico di parte [10].

 


note

 

[1] Trib. Milano, sent. dell’8.05.1996.

[2] Una sentenza emessa dal Trib. Bologna del 5.12.2006 ha ammesso a testimoniare il socio accomandante di una s.a.s che era coniuge in comunione legale dell’accomandatario legale rappresentante della società.

[3] Trib. Catania, sent. del 13.07.2006.

[4] Cass. sent. n. 2680 del 5.03.1993.

[5] Cass. sent. n. 2780/1997 e Cass. sent. n. 4439/1984.

[6] Cass. sent. n.. 17925/07.

[7] Cass. sent. n. 2621/05.

[8] C. Cost. sent. n. 62/95.

[9] Cass. sent. n. 5485/97.

[10] Trib. Genova, sent. del 19.09.2006.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

12 Commenti

  1. Buonasera ma questo riguarda il Processo Civile od anche il Penale . Non si riesce a capire quale tipo di testimonianza testimoniale sia. Grazie

  2. Grazie . Le chiedo scusa ho letto adesso bene sulla clip della home page che lo riporta . Scusi ancora. Cordiali Saluti

  3. Buonasera la moglie dello zio materno dell’avvocato può essere inserito come teste a favore dello stesso avvocato in una causa civile ?

  4. Se possono testimoniare anche i parenti ed affini in linea retta, un figlio può quindi testimoniare a favore del padre in una causa di usucapione?

  5. Gentile Redazione
    se nelle more del giudizio il lavoratore dipendente, regolarmente citato per rendere la testimonianza, è nel frattempo divenuto socio potrebbe testimoniare per i fatti all’epoca in cui era dipendente?.
    Il Gdp no mi accoglie la prova e la dichiara inammissibile perchè essendo oggi socio reputa che vi avvia interesse.
    Vorrei un confronto in tal senso.
    Distinti saluti
    Dott. Giuseppe D.

  6. Buon Giorno a tutti volevo sapere se un parente puo fare di testimone cioe il figlio e la moglie e poi se un cugino avvocato puoi difendere l’altro cugino e possibbile una Cosa del genere da parenti a parenti cioe rimane tutto in famiglia.
    mi trovo in un caso strano e vorrei sapere precisamente notizie e come mi devo comportare io che sono l’accusato. in poche parole mio cognato mi a querelato perche gli o detto ti do un paio di sventole se non fai quello che devi fare. e questa una minaccia oppure un avviso……. vi prego gentilmente di farmi sapere notizie perche per me e molto importante .. grazie e buon lavoro. io abito a Zurigo

  7. Salve mi presento mi chiamo Maria volevo sapere se una moglie può fare testimonianza al proprio marito che mio cognato vuole querelare mio marito xchè non è andato al funerale del fratello nel 2013 e poi mio marito non aveva le disponibilità x andarci e cosi gli vuole fare causa a mio marito io come moglie posso fare da testimonianza a mio marito grazie e molto importante aspetto una sua risposta

  8. salve , sono stato tamponato in parcheggio ,poi il conducente dellaltro veicolo se ne andato .io sono risalito a lui grazie ad un testimone, il quale a firmato una dichiarazione,poi vistosi scoperto anche il conducente dell’altro veicolo a firmato la constatazione amichevole,pero in cambio mi ha detto che voleva dei soldi prchè gli cresceva l’assicurazione ,io gli ho detto di si poi una volta che aveva firmato non gli ho dato nulla,allora lui a ritrattato tutto. in questo caso il testimone è determinante oppure no.

  9. in unacausa civile perlavoro nero in un supermercato,i miei cognati cheavevanounnegozio accantopossono testimoniare a favore mio di dipendente’.grazie

Rispondi a Franco Trento Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube