Diritto e Fisco | Articoli

Ma che cos’è questa Service Tax che sostituirà l’IMU?

29 Agosto 2013 | Autore:
Ma che cos’è questa Service Tax che sostituirà l’IMU?

L’Esecutivo toglie l’imposta sulla prima casa: via le rate di settembre e dicembre; ma a gennaio arriva la Service Tax sui servizi comunali.

Quest’anno non pagheremo l’IMU sulla prima casa, cioè non pagheremo né la rata che era stata congelata a giugno, né la seconda rata di dicembre.

Non pagheremo nemmeno l’IMU agricola sui capannoni, ecc. e non si pagherà l’IMU neanche sulle case costruite e rimaste invendute.

Resta in piedi l’IMU per gli immobili di particolare pregio e valore: in particolare si tratta delle abitazioni signorili, accatastate A1, le ville accatastate A2 e i castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici accatastati A9.

Dall’anno prossimo, ossia dal 2014, l’IMU sparirà del tutto e sarà sostituita da un’imposta unica casa-rifiuti (Tares), detta “Service Tax” (ma il nome potrebbe non essere quello definitivo) e valutata, tra l’altro, sulla base della metratura di ciascun appartamento.

La riscuoteranno direttamente i Comuni, cosa che ha permesso ad Enrico Letta di definirla “Tassa federale”.

L’imposta sarà deducibile al 50% dal reddito per le imprese (solo per gli immobili relativi all’attività economica esercitata), in tal modo sgravando il carico tributario delle nostre piccole aziende.

È questo il risultato di un decreto legge approvato ieri dal Governo. Il tutto avverrà in tre passaggi: 1) la cancellazione della rata di giugno (già sospesa); 2) lo stop alla rata di dicembre (con la futura legge di stabilità) e infine il passaggio alla Service Tax.

Il PDL esulta e dice di aver ottenuto una grande vittoria. Altri si chiedono se, a parte la mossa relativa a quest’anno, non sia in realtà stata mantenuta la stessa tassa di prima solo con un nome diverso.

Gli effetti positivi vanno a beneficio di tutti i cittadini. La pressione fiscale si riduce di oltre 4 miliardi di euro, soldi che rimangono e rimarranno nelle tasche degli italiani, consentendoci di guardare con più fiducia al futuro.

Quanto costa aver abolito l’IMU sulla prima casa?

Due miliardi e quattrocento milioni.

Il modo di recuperare questo denaro verrà stabilito con la legge di stabilità (15 ottobre).

Poiché saranno pagati alle imprese altri 10 miliardi di crediti, si calcola che questo denaro genererà un gettito IVA da 1 miliardo.

Poi entreranno soldi da una sanatoria relativa al contenzioso contabile sulle nuove slot.

Infine ci sarà qualche taglio della spesa pubblica.

La promessa è di non inventarsi nuove tasse. A Bruxelles, il nostro Governo ha già fatto sapere che il taglio dell’IMU non ci farà sfondare il tetto del 3%.

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

6 Commenti

  1. Il guaio è che la Service Tax, o comunque si chiamerà, sarà pagata da tutti …. anche chi una casa non la possiede. Come al solito paga di più chi ha di meno …..

  2. Chi aveva già pagato la rata di Giugno dell’IMU, cioè i possessori di prime case di lusso ed ulteriori unità immobiliari olre l’abitazione di residenza, pagheranno anche quella di Dicembre.
    Giusto così!

  3. ma chi ha un attività ,una pizzeria ad esempio,cosa succede?Chi paga e cosa’Inquilino o affittuario

  4. ma cosa succede se non si paga questo conguaglio!?!?!?!? d’altronde non ritengo giusto che se io una casa non la possiedo,debba x forza pagare una tassa!!!!!!!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube