Diritto e Fisco | Articoli

Trasferimento denaro dalla Cina: come fare?

4 Gennaio 2020
Trasferimento denaro dalla Cina: come fare?

Ho appena terminato la mia missione di lavoro in Cina e mi sto trasferendo in Messico sempre per lavoro. 

Il mio problema è che ho ancora un conto aperto in Cina dove continuo a ricevere una cifra mensile di circa 2000 euro perché firmai un contratto di “non competition agreement” con la mia vecchia azienda. In aggiunta, dopo la mia uscita dalla Cina ho ricevuto sul conto cinese circa 13000 euro dovuti dalla pensione cinese accumulata. 

Il mio problema è come poter trasferire questi soldi sul mio conto corrente italiano? Posso trasferire denaro tramite l’applicazione Bank of china e chiedere ad amici cinesi di trasferirmeli sul mio conto italiano. Sarebbe riciclaggio?

La soluzione della ricezione delle sue spettanze economiche tramite il passaggio di mano di amici di nazionalità cinese sembra l’unica percorribile, alla luce delle numerose restrizioni e incompatibilità esistenti tra le due nazioni. Non si configurerebbe assolutamente un reato di riciclaggio posto che il codice penale, a tal riguardo, punisce chiunque sostituisce, o trasferisce denaro, beni o altre utilità provenienti da delitto non colposo.

In questo caso, non parliamo di somme provenienti da fattispecie di reato, ma provenienti da una clausola contrattuale legalmente ammessa, quale il patto di non concorrenza. Quello che Le consiglio è di stipulare un contratto di mandato, redatto in duplice lingua (italiano e cinese), con il quale Lei dà incarico all’amico cinese di recuperare mensilmente le somme a Lei spettanti per via del patto di non concorrenza precedentemente stipulato e di trasferirli sul suo conto corrente italiano.

In questo modo, avrebbe una giustificazione delle movimentazioni, in caso di controllo da parte dell’agenzia delle entrate.

Inoltre, sarebbe opportuno far indicare nelle movimentazioni mensili la causale del trasferimento, magari indicando una dicitura del tipo: “trasferimento denaro non competition agreement Di Lella – (nome azienda che Le riconosce le somme di denaro)”, oppure “trasferimento denaro pensione cinese accumulata per contratto lavoro Di Lella – (nome azienda presso la quale è stato maturato il diritto pensionistico)”.

Più informazioni si daranno, meno rischio di accertamenti si avrà da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ovviamente, Lei non sta eseguendo nessuna operazione illegale, ma è bene evitare controlli del Fisco, sempre antipatici da ricevere.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avvocato Salvatore Cirilla


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube