Cronaca | News

Voli aerei, rotte deviate dalle zone di guerra

8 Gennaio 2020
Voli aerei, rotte deviate dalle zone di guerra

Nessun volo Alitalia su Teheran; stabilite rotte alternative per le Maldive e Nuova Delhi. Preoccupa il Boeing precipitato a Teheran ed il lancio di missili iraniani contro le basi Usa in Iraq.

Con una nota riportata ora dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, Alitalia comunica che non opera voli per l’Iran, mentre per quanto riguarda i collegamenti con Nuova Delhi (India) e con le Maldive, gli aerei della compagnia, così come quelli delle altre aviolinee, utilizzano rotte alternative a quelle che sorvolano l’Iraq e l’Iran. E’ quanto fanno sapere fonti di Alitalia, interpellate sugli eventuali impatti sull’operativo a fronte delle tensioni tra Usa e Iraq.

Proprio questa mattina un aereo ucraino è precipitato a Teheran subito dopo il decollo e nell’impatto sono morte tutte le 176 persone a bordo, 167 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio. L’aereo dell’Ukraine International Airlines era partito alle 5 del mattino ora locale da Teheran diretto a Kiev. E’ precipitato subito dopo il decollo in un campo alla periferia della capitale iraniana. Le autorità iraniane hanno indicato un guasto tecnico come causa dell’incidente.

Intanto, la US Federal Aviation Administration ha vietato a tutti i voli commerciali di entrare nello spazio aereo iraniano ed iracheno dopo il lancio di missili contro le basi militari Usa in Iraq, sottolineando “rischio” di “possibili errori di calcolo e di identificazione” in caso di lancio di missili.

note

Autore immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube