Cronaca | News

Migranti: ecco quanti ne sono arrivati nel 2019

8 Gennaio 2020
Migranti: ecco quanti ne sono arrivati nel 2019

Secondo il rapporto dell’agenzia europea Frontex ne sono giunti 139mila, con un calo del 6% rispetto al 2018; di questi, 14mila sono sbarcati in Italia.

Diminuiscono gli arrivi illegali di migranti in Europa ed in Italia, Secondo il rapporto dell’agenzia europea Frontex, comunicato ora dall’agenzia stampa Adnkronos, il numero degli arrivi illegali di migranti nell’Unione europea nell’intero anno 2019 è calato ai minimi del 2013. Si tratta di 139mila persone, in calo del 6% rispetto al 2018 e in decremento del 92% rispetto al picco, raggiunto nel 2015.

Il calo è dovuto principalmente alla diminuzione del numero delle persone approdate sulle coste europee attraverso le rotte del Mediterraneo Centrale e Occidentale. Il numero dei migranti irregolari che hanno attraversato il Mediterraneo Centrale, cioè in direzione delle coste italiane, è calato di circa il 41%, a quota 14mila: tunisini e sudanesi sono le principali nazionalità.

Il totale dei migranti arrivati attraverso la rotta del Mediterraneo Occidentale, verso la Penisola Iberica, è stato di 24mila, in calo del 58%, con marocchini e algerini come nazionalità più rappresentate.

Malgrado il trend discendente la rotta del Mediterraneo Orientale, verso la Grecia, ha visto una crescente pressione migratoria, a partire dalla scorsa primavera in poi. Ha raggiunto un picco in settembre e poi ha iniziato a cadere, in linea con il trend stagionale: nell’intero 2019 ci sono stati oltre 82mila arrivi irregolari su questa rotta, il 46% in più del 2018.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube