HOME Articoli

Lo sai che? Diffamazione online: sequestrato tutto il sito internet

Lo sai che? Pubblicato il 20 dicembre 2011

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 20 dicembre 2011

Contenuti diffamatori: sequestro dell’intero sito – e non solo della pagina incriminata- se sussiste il pericolo della reiterazione della condotta illecita anche sulle altre pagine.

La Cassazione [1] ha confermato un sequestro preventivo ai danni di un sito internet da cui era stato più volte diffamato un avvocato.

Il pericolo di reiterazione della condotta illecita ha giustificato la misura preventiva nei confronti dell’intero dominio web.

La misura potrebbe apparire, in prima battuta, eccessiva rispetto alle finalità, ben potendosi disporre l’oscuramento della sola pagina su cui capeggia il testo diffamatorio.

Tuttavia, nel caso di specie, si era già proceduto a un primo sequestro, limitato solo alla pagina “incriminata”. A tale misura era però seguita un’ulteriore pubblicazione, in una nuova pagina, con contenuti di pari lesività.

Così la Suprema Corte ha ritenuto necessario, proprio per evitare ulteriori reiterazioni del reato, estendere il sequestro all’intero sito.

Nella sentenza, i giudici hanno precisato che Internet non è una “zona franca” e che pertanto anche i domini web sono soggetti agli stessi principi e divieti dettati per tutti gli altri mezzi di comunicazione.

note

[1] Cass. sent. n. 46504 del 14.12.2011.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Mi sembra strano come un giudice di legittimità abbia disposto una misura restrittiva ( omnia) reale, che spesso è il primo passo dell’autorità giudiziaria procedente nella fase delle indagini.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI