Politica | News

2 per mille Irpef: a quali partiti vanno i finanziamenti

13 Gennaio 2020
2 per mille Irpef: a quali partiti vanno i finanziamenti

Il Mef ha comunicato le scelte del 2 per mille nelle dichiarazioni dei redditi 2019: raccolta totale e distribuzione tra i partiti finanziati dai contribuenti.

Sono stati comunicati oggi dal ministero dell’Economia e finanze, e diffusi ora dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, i dati sul finanziamento dei partiti attraverso il due per mille dell’Irpef, con la scelta effettuata in dichiarazione dei redditi. Ecco a quanto ammonta la raccolta e come la quota è stata ripartita tra i vari partiti.

Innanzitutto, solo poco più di un milione di contribuenti (1.358.085) su un totale di oltre 41 milioni (41.211.336) hanno deciso di destinare il due per mille della propria dichiarazione dei redditi del 2019 che riguarda i redditi 2018 ai partiti politici. Rispetto alla dichiarazione del 2018 (redditi 2017) si tratta di un numero in crescita del 24,6%: erano 1.089.817 contribuenti ad avere fatto questo scelta.

Quanto agli importi, complessivamente ai partiti spettano 18.053.664 euro, donati a 22 partiti, contro 14.148.165 euro dalle dichiarazioni 2018 (redditi 2017), con una crescita del 27,6%.

Nella dichiarazione 2019 che riguarda i redditi 2018 si è espresso a favore di un partito il 3,30% dei contribuenti contro il 2,64% dell’anno precedente. Vince la classifica del 2 per mille Irpef il Partito democratico, con un incasso di 8,4 milioni di euro; segue la Lega per Salvini premier con 3,1 milioni e Fratelli d’Italia con 1,1 milioni. Fuori gara il Movimento 5 stelle, che non aveva presentato la richiesta per accedere ai finanziamenti.

Così si registra che Fratelli d’Italia in un anno ha incrementato del 62,2% l’incasso derivante dal 2 per mille (720 mila euro nell’anno precedente); mentre il Partito democratico è quello che in termini assoluti ha l’aumento maggiore di donazioni (+1,4 milioni di euro e +20,5% rispetto ai 7 mln dell’anno precedente); la Lega per Salvini premier con 3,1 milioni  riporta il +51,5% rispetto ai 2 milioni dell’anno precedente);

Ai primi tre partiti su un totale di 22 presenti nell’elenco vanno, quindi, circa due terzi del totale di 18,1 milioni di euro, frutto delle scelte di 1,4 milioni di contribuenti.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube