Business | Articoli

Start up innovative e iscrizione nel Registro imprese: requisiti da confermare ogni anno

5 maggio 2014


Start up innovative e iscrizione nel Registro imprese: requisiti da confermare ogni anno

> Business Pubblicato il 5 maggio 2014



I requisiti sono da confermare ogni anno entro trenta giorni dal varo del bilancio.

Il possesso di tutti i requisiti dettati dalla legge [1] (Leggi l’articolo: “Requisiti e incentivi fiscali per le start up innovative”) non è condizione sufficiente per ottenere la qualifica di start up innovativa o di incubatore certificato. L’ulteriore condizione per beneficiare delle agevolazioni consiste nell’iscrizione in una apposita sezione speciale del Registro imprese, perfezionabile mediante la presentazione di un’istanza e di un’autocertificazione sul possesso dei requisiti sottoscritta dal legale rappresentante.

Sezione speciale

L’istituzione di un’apposita sezione speciale del Registro imprese da parte delle camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura, nasce dall’esigenza di garantire maggiore trasparenza alle informazioni inerenti la vita e l’attività delle imprese start up e degli incubatori certificati.

La domanda di iscrizione viene presentata in via telematica, con firma digitale, mediante Comunicazione unica al Registro delle imprese, all’agenzia delle Entrate, all’Inps e all’Inail. Deve contenere una precisa serie di informazioni [2].

È previsto che tali informazioni siano rese disponibili secondo modalità improntate sulla massima trasparenza e accessibilità, le società devono inoltre assicurare l’accesso informatico a tali informazioni dalla home page del proprio sito Internet.

Ai fini dell’iscrizione nella sezione speciale, start up innovative e incubatori certificati devono attestare la sussistenza dei requisiti mediante un’apposita autocertificazione prodotta dal legale rappresentante e depositata presso il Registro imprese.

Controllo

Al collegio sindacale o al sindaco unico (se esistenti) spetta il controllo di legittimità sul rispetto dei requisiti, imponendo loro un dovere di vigilanza sull’operato degli amministratori.

Non è invece prevista alcuna verifica preventiva da parte del Registro imprese sull’effettivo possesso dei requisiti certificati.

Indicatori e durata dei requisiti

L’incubatore certificato deve attestare il possesso dei requisiti qualificanti sulla base di indicatori e relativi valori minimi. È stato infatti introdotto un meccanismo a punti, da attribuire in base a una griglia di requisiti, ad ognuno dei quali è assegnato un punteggio necessario per superare il test e accedere alle agevolazioni. Per essere promossi bisogna totalizzare almeno 30 punti con gli indicatori presenti nella tabella A, e almeno 40 punti con quelli della tabella B.

Le start up innovative e gli incubatori certificati sono esonerati dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria dovuti per gli adempimenti relativi all’iscrizione nel Registro imprese e dal versamento del diritto annuale a favore delle camere di commercio. L’esenzione è subordinata al mantenimento dei requisiti qualificanti e decade dopo il quarto anno di iscrizione nella sezione speciale.

Le informazioni comunicate dalle società devono essere aggiornate con cadenza non superiore a sei mesi. Al riguardo, occorre sottolineare che, in caso di primo adempimento di questa natura, la guida operativa delle camere di commercio cita testualmente che “la comunicazione va effettuata, al più tardi, entro sei mesi dall’iscrizione della società nella sezione speciale”, mentre le indicazioni interne fornite dal Registro imprese alle camere di commercio specificano che le informazioni devono essere aggiornate due volte l’anno, entro il 30 giugno e il 31 dicembre e che, in caso di primo adempimento, la comunicazione va effettuata entro la data successiva, fra le predette due, più vicina alla scadenza dei sei mesi dall’iscrizione.

L’adempimento deve sempre essere costante, l’iscrizione nella sezione speciale deve essere periodicamente verificata e confermata.

 

Ogni anno, infatti, entro trenta giorni dall’approvazione del bilancio e comunque entro sei mesi dalla chiusura di ciascun esercizio, il rappresentante legale deve confermare il mantenimento requisiti, pena la cancellazione d’ufficio dalla sezione speciale del Registro imprese.

note

[1] Dl 179/12.

[2] Elencate ai commi 12 (per le start up) e 13 (per gli incubatori certificati) dell’articolo 25 del Dl 179/2012.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI