Diritto e Fisco | Articoli

L’avvocato che non emette fattura compie illecito deontologico (oltre che fiscale)

5 settembre 2013


L’avvocato che non emette fattura compie illecito deontologico (oltre che fiscale)

> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 settembre 2013



L’omessa fatturazione di compensi percepiti costituisce illecito disciplinare.

Non bastano i guai col fisco: il professionista che non emette regolare fattura nei confronti del proprio cliente, per i compensi da quest’ultimo percepiti, compie un illecito punito dal codice deontologico forense [1]. Dunque, il cliente che abbia più volte richiesto l’emissione del documento fiscale al difensore e che non sia stato soddisfatto può denunciare quest’ultimo (oltre che ai competenti organi tributari) anche al Consiglio dell’ordine degli avvocati del relativo tribunale. A ricordare questo non trascurabile aspetto è il Consiglio Nazionale Forense [2].

Le regole di deontologia impongono all’avvocato di rispettare le leggi, anche e soprattutto quelle di carattere tributario. Esiste proprio una specifica norma che lo impone [1] e che stabilisce quanto segue: l’avvocato deve regolarmente e tempestivamente provvedere agli adempimenti fiscali a suo carico. La violazione di tale precetto risulterebbero, altrimenti, una lesione al decoro della professione intollerabile per l’ordine professionale.

La vicenda

Nella vicenda decisa dal Cnf, un legale non aveva emesso fattura dopo aver ricevuto il pagamento di 5.000 euro, e ciò anche a seguito dei ripetuti solleciti dei propri clienti, inviati a mezzo email.

La prova

A riguardo, ha sostenuto il Collegio giudicante, la versione dei fatti fornita dall’esponente (il cliente) può assumere valore di prova certa quando la stessa trovi riscontro con altri elementi obiettivi e documentali (nel caso di specie, il copioso scambio di posta elettronica).

Il Consiglio dell’ordine dovrà poi sottoporre a un congruo e motivato vaglio critico il contenuto dell’esposto depositato dal cliente, cercando i riscontri nella documentazione prodotta ed acquisita, anche di provenienza dell’incolpato, e nelle stesse difese di quest’ultimo [3].

note

[1] Art. 15 codice deontologico avvocati.

[2] Cnf, decisione n. 27/12.

[3] Cnf, decisione n. 162/10.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Come faccio a denunciare il mio avv. Che x diciassette anni non ha emesso nessuna fattura.come dimostrò? Non è facile è più facile.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI