Decreto SalvaRoma: il debito passa allo Stato

16 Gennaio 2020
Decreto SalvaRoma: il debito passa allo Stato

Lo Stato si accollerà il debito di 1,4 miliardi di euro contratto dal Comune di Roma con il prestito obbligazionario Rome City al tasso di interesse del 5,35%.

Disco verde dell’assemblea capitolina oggi (con 24 voti favorevoli e un astenuto) al ‘SalvaRoma‘, il sistema, già approvato dal Parlamento, che prevede l’accollo da parte dello Stato, in particolare del Mef, del prestito obbligazionario Rome City da 1,4 miliardi di euro con scadenza il 27 gennaio 2048; era stato emesso dal Campidoglio nel 2008 per finanziare le sue attività a un tasso del 5,35 per cento, ben più alto degli attuali tassi di mercato. La vicenda, resocontata oggi dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, si inserisce in quella più ampia della chiusura della gestione commissariale del debito capitolino.

“L’articolo 38 del decreto legislativo 34 del 2019 stabilisce che Roma Capitale – ha spiegato in aula l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti – promuove le iniziative necessarie per l’adesione dei possessori
delle obbligazioni Rome City a 5,35 per cento con scadenza 27 gennaio del 2048 per 1,4 miliardi dell’accollo del prestito obbligazionario medesimo da parte dello Stato; in caso di adesioni gli oneri derivanti dagli interessi sul capitale del suddetto prestito obbligazionario sono assunti a carico del bilancio dello stato con pagamento dalla cedola successiva a quella dell’adesione stessa”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube