Migranti: respinto l’arresto di Carola Rackete

17 Gennaio 2020
Migranti: respinto l’arresto di Carola Rackete

Non andava arrestata: la Cassazione rigetta il ricorso della Procura contro la scarcerazione della comandante della nave Ong che aveva forzato il blocco a Lampedusa.

La Corte di Cassazione stamane ha respinto il ricorso della Procura di Agrigento contro l’ordinanza di scarcerazione emessa a luglio scorso dal Gip: il “capitano” della nave Ong Carola Rackete che aveva forzato il blocco a Lampedusa, non andava arrestata. La notizia ci viene comunicata in redazione dalla nostra agenzia stampa Adnkronos che ha raccolto i commenti del difensore di Carola e le prime reazioni.

“Non conosciamo ancora le motivazioni ma adesso sappiamo con certezza che avevamo ragione noi: Carola Rackete non andava arrestata”. Lo ha detto all’Adnkronos l’avvocato Leonardo Marino, legale di Carola Rackete, la capitana della nave Sea watch, commentando la decisione della Cassazione di rigettare il ricorso della Procura di Agrigento contro la scarcerazione della comandante tedesca.

“Vedremo adesso se la Procura di Agrigento darà seguito a questa pronuncia della Cassazione -prosegue – o se andrà avanti su questa sua tesi, che riteniamo folle. Arrestata perché aveva salvato vite umane“.

E poi aggiunge: “In quel periodo ricordo una particolare tensione politica e adesso siamo felici per l’esito di questa vicenda. I giudici della Cassazione hanno dato ragione a noi”.

Durissima invece la reazione del leader della Lega, Matteo Salvini: ”Per qualche giudice una signorina tedesca che ha rischiato di uccidere cinque militari italiani speronando la loro motovedetta non merita la galera, ma il ministro che ha bloccato sbarchi e traffico di esseri umani sì. Questa non è ‘giustizia’, questa è vergogna“.


2 Commenti

  1. Non sono salviniano nè della Lega ma devo dire che in questo caso di migranti clandestini e di ong riprovevoli il leghista Matteo Salvini ha ragione da vendere!!!
    Distinti saluti.
    Rinaldin Franco

  2. Riguardo la assoluzione della capitana di ong. Carola Rackete devo dire nuovamente che la Corte di Cassazione è piena di persone vecchie che vanno sostituiti con persone più giovani e più vive!!!
    Ricordo ancora il tragicomico fatto della Cassazione che tempo fa non ha condannato uno stupratore perchè la donna aveva i blue jeans e quindi hanno ritenuto che era consenziente allo stupro!!! Inaudito!!!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube