Greta interviene al Forum di Davos sull’emergenza clima

21 Gennaio 2020
Greta interviene al Forum di Davos sull’emergenza clima

La crisi ambientale si aggrava; le emissioni nocive continuano e provocano l’aumento della temperatura globale: rimane poco tempo per rimediare, ha detto Greta.  

“Se non trattiamo questa come una vera crisi, non potremo mai risolverla”. Giunta a Davos, la giovane attivista svedese Greta Thunberg non si è stancata di sottolineare l’emergenza della crisi ambientale, anche se si è detta soddisfatta perché “la gente è ora più consapevole”, grazie alla spinta data dai giovani in questa direzione. Ma al tempo stesso nulla è stato compiuto perché le emissioni nocive continuano ad aumentare, ha denunciato. “Dobbiamo iniziare ad ascoltare la scienza e a trattare la crisi con l’importanza che merita”, ha sottolineato.

“Questo è solo l’inizio”, ha detto parlando del movimento di protesta che ha messo il clima al centro dell’attenzione come di un primo passo nella lotta contro il riscaldamento globale. “Non sono stata solo io, sono stati tutti quei giovani che hanno spinto le cose in avanti…dando vita a queste alleanze”, ha affermato a Davos.

“Ci rimane poco tempo“, ha avvertito, rispondendo – con la lettura di una dichiarazione sul clima che cita un rapporto Ipcc – ad una domanda sugli hater. “Restano pochi anni per agire avendo il 67% delle
possibilità di mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5 gradi. Al livello di emissioni di ora, meno di otto anni”. E queste, sottolinea “non sono opinioni di qualcuno ma scienza”. “Ho ripetuto queste cifre in quasi tutti i discorsi che ho fatto negli ultimi 18 mesi. So che non volete riportare questi numeri, ma io continuerò a dirveli finché non lo farete”, ha concluso.

A seguire, l’intervento del presidente Usa, Donald Trump, che afferma: “Dobbiamo respingere i profeti perenni della sventura. Questo non è il momento del pessimismo. Questo è il momento dell’ottimismo” ed ha aggiunto che “la paura e il dubbio non sono buoni consiglieri”.

“Per abbracciare e accogliere le possibilità di domani dobbiamo respingere questa apocalisse che ci era stata prospettata – ha insistito – Dobbiamo dimenticare quelli che ieri ci prospettavano un futuro buio e cupo”. “Noi – ha affermato – non lasceremo succeda”. Trump ha anche assicurato l’impegno degli Stati Uniti sul fronte ambientale, annunciando l’adesione all’iniziativa presentata a Davos che prevede di piantare un trilione di alberi.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube