Diritto e Fisco | Articoli

Fisconline: la guida 2020

22 Gennaio 2020 | Autore:
Fisconline: la guida 2020

Come si fa a registrarsi ed accedere a Fisconline e quali sono i servizi utilizzabili: la guida pratica a tutte le funzionalità.

Se sei terrorizzato dalle code da fare all’Agenzia dell’Entrate o agli sportelli della Riscossione per pagare un F24 o una rateazione oppure per consultare la tua situazione debitoria o andare a pescare una tua precedente dichiarazione dei redditi o verificare se un immobile è intestato e registrato a tuo nome, devi sapere che è possibile fare tutto questo comodamente a casa e non serve avere un esperto a fianco.

Esiste infatti un apposito servizio online, che rende il Fisco accessibile da qualsiasi computer collegato a internet e ti consente di svolgere tutte queste operazioni in maniera semplice, una volta superato lo “scoglio” della registrazione iniziale.

Si chiama Fisconline, è disponibile per tutti i contribuenti maggiori di 16 anni (compresi i cittadini italiani residenti all’estero) e in questo articolo ti proponiamo la guida 2020 per accedere e per utilizzarlo, spiegandoti quali sono i passaggi da seguire e le funzionalità che potrai trovare.

Fisconline: come accedere

Trattandosi di un servizio che offre dati personali, e riservati, del contribuente, l’accesso a Fisconline non è indiscriminato ma richiede una preventiva registrazione, al termine della quale si otterranno le credenziali e i codici per accedere. Non si tratta, quindi, di una banca dati pubblica, ma è riservata; per questo le credenziali di accesso vengono fornite attraverso la procedura abbastanza rigorosa che ora ti illustreremo.

Per registrarsi la prima volta bisogna identificarsi e ottenere uno specifico codice numerico, chiamato Pin, che in seguito verrà richiesto ad ogni collegamento insieme al codice fiscale.

Ci sono tre modi per ricevere questo codice Pin che sarà il tuo identificativo fondamentale, e sono tutti totalmente gratuiti: la registrazione allo sportello, il sito web dell’Agenzia delle Entrate e la App dedicata.

Allo sportello

Il primo modo per registrarsi è quello di recarsi personalmente allo sportello di un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate, portando con sé un documento di identità valido, il codice fiscale (riportato anche sulla tessera sanitaria) e compilare l’apposito modulo di richiesta di abilitazione (che è scaricabile direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate).

Nel modulo occorrerà riportare i propri dati anagrafici e barrare la casella con cui si richiede il rilascio delle credenziali per l’accesso al Servizio telematico Fisconline; infine, apporre la data e firmare per esteso e leggibile.

Si può anche presentare il modulo attraverso un delegato, che agirà come procuratore speciale del richiedente; in questo caso nel modulo di richiesta andranno indicati anche i suoi dati anagrafici, dovrà essere allegata la procura speciale a rappresentarti per la richiesta ed il ritiro del codice (tra poco vedrai che allo sportello se ne otterrà solo una parte) ed occorrerà una copia del documento di riconoscimento di entrambi.

Sul sito web

Il secondo modo per ottenere le credenziali di accesso e dunque il codice Pin è quello di registrarsi direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, alla pagina di abilitazione al Fisconline e seguire la procedura guidata di richiesta del codice Pin. Dopo aver dato il consenso all’informativa sulla privacy, apparirà una schermata che richiederà di inserire il proprio codice fiscale ed i dati di sintesi riguardanti l’ultima dichiarazione dei redditi presentata, in particolare il tipo di modello ed il reddito complessivo dichiarato.

Questa cautela è necessaria affinché il Fisco possa accertarsi della tua identità: se i dati inseriti non coincideranno con quelli in suo possesso, non sarà possibile andare oltre (si possono fare al massimo tre tentativi e se si sbagliano tutti la richiesta sarà respinta).

Con la App

Infine, il terzo modo per acquisire il Pin è quello di richiederlo tramite l’App “Agenzia delle Entrate”, scaricabile dal sito ufficiale o dai principali store dei cellulari e tablet in commercio e, una volta installata, seguire le istruzioni per il rilascio.

Ottenere il codice Pin 

Qualunque sia stata la procedura che hai utilizzato fra queste tre, otterrai in risposta dall’Ufficio, o dall’applicazione telematica, soltanto le prime 4 cifre del codice Pin e la password di primo accesso; il resto – cioè le 6 cifre mancanti, indispensabili per ricomporre il codice completo da poter utilizzare – ti perverranno al domicilio conosciuto dall’Agenzia delle Entrate con una apposita comunicazione in busta chiusa.

Anche questa è una cautela utilizzata per prevenire accessi abusivi, che si potrebbero verificare nel caso in cui l’intero codice venisse consegnato subito a chi in quel momento si presenta come richiedente ma potrebbe non esserlo veramente (oppure se l’intero codice fosse spedito a casa e lo ritirasse qualcun altro al posto tuo).

Si tratta quindi di aspettare, circa 15 giorni, che ti venga comunicata a casa la parte mancante del codice Pin che ti è stato assegnato, dopodiché potrai ricomporlo, accostando la prima e la seconda parte, e così ottenere il codice intero.

Se dovesse tardare a pervenirti, potrai recarti ad uno sportello dell’Agenzia Entrate e rappresentare la situazione, in modo da ottenere il rilascio allo sportello. In questo caso dovrai però presentarti personalmente, non è possibile delegare un’altra persona.

Se in seguito dovessi dimenticare o smarrire il tuo codice Pin oppure la sua prima o seconda parte, dovrai presentarti allo sportello per richiedere la ristampa. La procedura è semplificata se ti eri registrato con la Carta nazionale dei servizi (Cns) nel qual caso potrai usufruire della procedura telematica al link sul sito dell’Agenzia delle Entrate “ristampa del Pin per utenti Cns”.

Leggi anche Fisconline: come avere il Pin dell’Agenzia delle EntrateFisconline: accedere al sistema dell’Agenzia delle Entrate.

Fisconline: come usarlo

A questo punto, una volta munito delle tue credenziali, potrai accedere a Fisconline ed utilizzarlo. Vediamo dunque come fare per entrare in Fisconline e come modificare periodicamente la password di accesso.

Entrare in Fisconline

Ogni volta che ti collegherai, per poter entrare nei servizi disponibili dovrai inserire tre elementi: il tuo codice fiscale, la password di accesso che hai ricevuto dall’Agenzia delle Entrate (la prima volta dovrai modificare quella che ti è stata fornita all’atto della richiesta, ed è valida solo per il primo collegamento, e sceglierne una tua personale, da utilizzare in seguito) ed il codice Pin completo di tutti e 10 i caratteri, dunque composto delle prime 4 cifre ricevute inizialmente (prima perte) e delle 6 cifre che ti sono state comunicate al domicilio (seconda parte).

Cambiare la password

Ricorda che, mentre il codice Pin è immodificabile (come ovviamente il codice fiscale) la password dura solo 90 giorni, dopodichè scade automaticamente. Se ti collegherai con la password vecchia, per poter accedere dovrai rinnovarla inserendone una nuova, sempre a tua scelta; ma per poter procedere le modifiche dovrai innanzitutto inserire quella scaduta, altrimenti il sistema non ti riconoscerebbe come utente registrato e non ti farebbe effettuare il cambio password.

Dunque, quando il sistema rileverà che la password inserita è scaduta, ti chiederà di aggiornarla, e dovrai per prima cosa inserire nell’apposita maschera, una sola volta, la vecchia password e poi quella nuova che avrai scelto in sostituzione; dovrai ripeterla due volte per confermarla, in maniera da prevenire eventuali errori di digitazione.

L’area riservata

Una volta munito di queste credenziali valide, il sistema ti identificherà correttamente e ti consentirà l’accesso alla tua area riservata personale da qualunque postazione e così potrai collegarti da qualsiasi dispositivo, fisso o mobile, dotato di connessione internet quante volte vuoi e senza nessun costo per l’accesso o per l’utilizzo.

A questo punto, avrai a tua disposizione una serie di servizi da utilizzare; vediamo in dettaglio quali sono.

Fisconline: i servizi disponibili

L’Agenzia delle Entrate, nella sua brochure illustrativa dei servizi offerti da Fisconline, usa questi cinque verbi per definire in poche parole il “Fisco a portata di click“: pagare, comunicare, registrare, richiedere, consultare; ciascuno di essi corrisponde a una specifica sezione del menu di Fisconline.

Per compiere queste attività, infatti, non è più necessario recarsi fisicamente in un ufficio dell’Agenzia delle Entrate: basta avere un computer ed essersi validamente registrati nel modo che ti abbiamo spiegato.

Ecco un breve e sintetico elenco delle principali cose che puoi fare attraverso Fisconline:

  • accedere alla tua dichiarazione precompilata, modificarla ed inviarla;
  • pagare imposte, tasse e contributi;
  • registrare un contratto di locazione o modificare e cancellare una registrazione precedente;
  • verificare la presenza di ipoteche sui propri immobili e delle loro eventuali cancellazioni;
  • accedere al tuo Cassetto fiscale;
  • comunicare le coordinate del tuo conto bancario o postale per ricevere l’accredito dei rimborsi;
  • consultare le cartelle di pagamento ricevute e ricevere assistenza.
  • utilizzare tutte le altre funzionalità disponibili online.

Vediamo ora le principali funzioni usando i cinque verbi di azione proposti dall’Agenzia delle Entrate. Fisconline è predisposto in voci di menu che ti consentono di individuare facilmente ciascuna di queste aree.

Pagare

Potrai versare con il modello f24 le somme dovute tranquillamente da casa, attraverso il servizio chiamato “F24 web” che ti consente di versare tributi, contributi ed altre somme direttamente tramite i servizi telematici. Per esempio potrai versare in questo modo gli acconti ed i saldi delle imposte sui redditi a partire dall’Irpef (comprese le addizionali regionali e comunali), potrai eseguire i versamenti periodici Iva e quelli dell’Irap, pagare i contributi Inps ed i tributi speciali catastali.

Il menu per procedere ai pagamenti è disponibile nell’area riservata di Fisconline al percorso: “Servizi Fisconline – Servizi per – Pagare”, dove dovrai compilare il form seguendo le istruzioni, quindi inserendo il tipo di tributo, il relativo codice e l’importo. Terminata la compilazione dovrai indicare le coordinate bancarie del conto corrente su cui effettuare l’addebito e digitare il tuo codice Pin per confermare l’operazione richiesta. Se tutti i dati digitati sono corretti, il pagamento sarà  effettuato e il sistema ti rilascerà la ricevuta telematica dell’operazione eseguita.

Comunicare

Qui è possibile inviare comunicazioni al Fisco anzichè spedirle o presentarle agli sportelli. Seguendo il percorso: “Servizi Fisconline – Servizi per – Comunicare” troverai la lista delle funzionalità disponibili, che vengono periodicamente aggiornate per adeguarsi ai nuovi adempimenti previsti dalle normative.

Per esempio, un servizio utile in questa area è quello che ti consente di inviare direttamente online la dichiarazione sostitutiva per il canone Tv, cioè il modulo di autocertificazione per non pagarlo. Così, se sei titolare di un’utenza di energia elettrica ma non possiedi alcun apparecchio televisivo e perciò vuoi disdire l’abbonamento ed evitare di ricevere l’addebito in bolletta puoi compilare qui la richiesta.

L’area “Comunicare” è utile anche per molti altri di adempimenti, come quello di chiedere al Fisco di notificare eventuali atti di accertamento alla propria casella di posta elettronica certificata (Pec) anzichè al proprio domicilio, evitando così che ti arrivino a casa cartelle di pagamento o avvisi di accertamento o di liquidazione di imposte, se sai di essere assente dalla tua abitazione per lunghi periodi e non correndo il rischio di vederli a distanza di tempo, quando ormai sarebbero scaduti i termini per presentare opposizione o per intraprendere altre iniziative.

Registrare

Con Fisconline puoi registrare i tuoi contratti di locazione, grazie al servizio Fisconline chiamato “Rli web”. La registrazione del contratto di affitto  è diventata ormai obbligatoria nella maggior parte dei casi ma spesso è scomodo doversi recare agli sportelli per effettuare questo adempimento. Con Rli web invece è possibile trasmettere via internet la richiesta di registrazione di contratti di affitto ed anche di comunicare eventuali proroghe e di effettuare le chiusure.

Il servizio può essere utilizzato anche per esercitare l’opzione e la revoca della cedolare secca sugli affitti e per comunicare i dati catastali dell’immobile affittato.

Richiedere

Qui parliamo dei rimborsi che ti sono dovuti dal Fisco. Alla voce “Richiedere” del menu è possibile comunicare facilmente – anche qui evitando code agli sportelli o lettere raccomandate – le coordinate del proprio conto corrente bancario o postale per ricevere in maniera più veloce i prossimi rimborsi dell’Agenzia delle entrate.

Alla stessa maniera si potrà richiedere il rimborso del canone Rai se ti è stato erroneamente addebitato sulla bolletta della luce.

Consultare

Fisconline in questo caso è anche un archivio da consultare, molto più comodo di un pacco di documenti cartacei che potresti avere difficoltà a reperire o a richiedere.

Alla voce del menu “Consultazioni” potrai così visitare il tuo Cassetto fiscale personale, che contiene tutte le dichiarazioni dei redditi presentate, le certificazioni uniche emesse a tuo nome, i dati dei rimborsi erogati, gli estremi dei versamenti fatti con F23 e con F24 e tutti i dati degli atti registrati a tuo nome, come proprietario o inquilino: dunque sapere cosa il Fisco conosce riguardo agli immobili da te acquistati o affittati.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube