Il Green Deal salverà l’Euro: lo spiega un premio Nobel

23 Gennaio 2020
Il Green Deal salverà l’Euro: lo spiega un premio Nobel

Gli enormi investimenti previsti dal piano ambientale stimoleranno la crescita e cambieranno le politiche restrittive della Ue. Così l’economista Stigliz.  

“Il Green New Deal può salvare la moneta unica, e soprattutto aiutare l’Italia. Perché richiederà enormi investimenti, che renderanno necessaria una maggiore flessibilità di bilancio, consentendo finalmente gli stimoli per la crescita di cui il vostro Paese aveva bisogno da anni”.

Così, in un’intervista a La Stampa, riportata dall’agenzia stampa Adnkronos, il premio Nobel per l’economia e professore alla Columbia University Joseph Stiglitz spiega i motivi per i quali il nuovo piano straordinario di trasformazione ambientale chiamato Green New Deal potrà apportare benefici all’area Euro e anche al nostro Paese.

Stiglitz è sempre stato un euroscettico, ma ora vede “segnali positivi, che lasciano intravedere la possibilità di un mutamento di linea utile a tutti. L’impegno per il Green Deal può rappresentare una svolta epocale, perché promette di portare con sé una riforma della politica adottata finora da Bruxelles”.

Ecco perché secondo l’illustre economista il Green Deal – che prevede, solo per incominciare, stanziamenti già fissati per 100 miliardi di euro – raggiungerà questo risultato: “Per realizzare i nuovi obiettivi ambientalisti, che peraltro sono sempre più necessari dal punto di vista della sopravvivenza del nostro pianeta, serviranno miliardi di euro, se non qualche trilione alla fine. È una scelta sensata, perché non punta solo all’obiettivo di ripulire l’ambiente e contrastare i cambiamenti climatici, ma promette di creare una nuova economia”.

Tutti questi soldi, però, difficilmente potranno venire dai bilanci attuali, con le rigidità imposte dalle regole che finora hanno frenato il continente – continua – è praticamente certo che Bruxelles dovrà fare delle eccezioni, consentendo ai singoli membri di uscire dai parametri per finanziare una simile rivoluzione. Ciò permetterà a paesi come l’Italia di varare finalmente gli stimoli di cui avrebbe avuto bisogno subito dopo la crisi del 2008, per rimettere in moto e rilanciare la propria economia”.

“La ragione principale per cui criticavo l’Euro, era che non aveva aiutato la crescita del continente. Soprattutto la Germania ne aveva tratto vantaggio, ma quasi tutti gli altri paesi avevano sofferto a causa della linea dell’austerità, promossa proprio da Berlino – spiega – se questo problema centrale verrà meno, e la presidentessa tedesca della Commissione inizierà a favorire gli stimoli legati al Green Deal, cadrà forse il difetto principale della moneta unica, aiutando la crescita”.

Per approfondire leggi anche il nostro recente articolo parte il Green Deal: ecco i costi e i benefici per l’Italia.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube