Diritto e Fisco | Articoli

Come depositare soldi in banca

11 Febbraio 2020 | Autore:
Come depositare soldi in banca

I modi per fare dei versamenti di contanti o assegni sia allo sportello sia attraverso il Bancomat oppure online. Anche da un conto PayPal.

Qual è il primo requisito per depositare soldi in banca? Averli. Ed il secondo? Avere un conto in banca. Dopodiché, in che modo è possibile versare il denaro?

Considera, innanzitutto, che depositare soldi in banca, cioè in un normale conto corrente, non va fatto per ottenere guadagno economico: gli interessi che produce un conto, a fine anno, forse (dico forse) ti bastano per pagare una pizza alla famiglia, purché non sia numerosa. Lo si fa per tenere un serbatoio di denaro da cui attingere per le normali spese quotidiane, per pagare le utenze domiciliate, per non tenerli nel cassetto del comodino alla mercé dei ladri. E anche per far vedere al Fisco che entrate ed uscite sono coerenti. Che non lavori in nero, insomma.

All’occhio dell’Agenzia delle Entrate, infatti, non sfugge nulla (o quasi). Se evitassi di depositare soldi in banca ma vivessi normalmente facendo la spesa al supermercato e qualche settimana di ferie, pagandoti il trasporto per andare al lavoro e mantenendo la scuola e la vita dei figli, il Fisco potrebbe chiedersi dov’è che trovi quei soldi. Tenendo il conto corrente attivo, invece, vale a dire depositando soldi e prelevando quando ne hai bisogno, tutto appare molto più trasparente.

Chi non ha molta dimestichezza con i rapporti bancari si potrebbe chiedere come depositare soldi in banca. Con le tecnologie che hanno preso il sopravvento, è ancora necessario presentarsi allo sportello con i contanti o ci sono altri modi per versare il denaro sul proprio conto? Vediamo.

Depositare soldi in banca allo sportello

È il modo più tradizionale e, con ogni probabilità, il più usato per depositare soldi in banca: presentarsi allo sportello con il denaro in mano e dire all’impiegato: «Dovrei fare un versamento».

Niente di più facile, niente di più sicuro. L’operatore allo sportello ti chiederà il numero di conto corrente e ti farà firmare una distinta in cui certifichi i contanti che gli hai consegnato da versare sul tuo conto. Ecco fatto: l’importo sarà a tua disposizione nei tempi di valuta stabiliti con la banca.

Depositare soldi in banca tramite Bancomat

Ecco una delle alternative che la tecnologia mette a disposizione per depositare soldi in banca senza andare fisicamente allo sportello: farlo attraverso il Bancomat.

Lo sportello Atm, infatti, non è soltanto la macchinetta da cui prelevare dei contanti quando servono ma anche una cassa in cui versare del denaro a qualsiasi ora ed in qualsiasi giorno della settimana, anche quando la banca è chiusa. Un’ottima soluzione, dunque, per chi lavora e può recarsi al proprio istituto di credito solo nel fine settimana. Oltretutto, è possibile depositare sia i contanti sia un assegno.

Ad una condizione, però: che tu vada in uno degli sportelli della banca presso la quale hai il conto corrente. E che lo sportello sia abilitato per questa operazione. Cosa che, ormai, è una realtà con quasi tutti gli istituti di credito. Ad ogni modo, meglio verificare prima anziché trovarti con un mazzo di banconote in mano davanti ad uno sportello Atm in cui non puoi effettuare il versamento.

L’operazione per depositare soldi in banca tramite il Bancomat non è complicata. Una volta che hai verificato che il versamento è possibile nello sportello che hai individuato vicino a te e che, quindi, abbia la fessura per introdurre il denaro oltre a quella per prelevarlo, devi inserire nell’apposito spazio la tessera, digitare il codice Pin e selezionare l’opzione del versamento.

Fatto questo, vedrai sullo schermo le istruzioni da seguire per il deposito dei soldi. Di norma, dovrai:

  • scegliere il tipo di versamento che vuoi fare (ad esempio, «contanti»);
  • controllare che le banconote da versare siano in buone condizioni, cioè non stropicciate o piegate o con qualche angolino mancante;
  • introdurre le banconote nel momento in cui lo sportello lo richiede. Il limite di tempo, normalmente, è di 30 secondi e la quantità massima di denaro è di 400 banconote;
  • cliccare su «prosegui» e confermare (se giusto) il resoconto mostrato sul monitor;
  • ritirare la ricevuta di versamento emessa dallo sportello.

Questa procedura serve anche per chi ha un conto corrente online: la quasi totalità degli istituti che operano su Internet ha una rete di sportelli automatici per effettuare dei prelievi o dei versamenti di denaro.

Depositare soldi in banca con assegno al Bancomat

Come detto, se decidi di depositare soldi in banca senza andare dall’impiegato, allo sportello Atm puoi versare non solo contanti ma anche un assegno. Una pratica probabilmente poco diffusa ma che offre la stessa comodità citata prima: è fattibile a qualsiasi ora di qualsiasi giorno.

È fondamentale precisare che questa operazione si può fare solo con gli assegni che riportano la dicitura «non trasferibile».

Devi sempre, innanzitutto, inserire la tessera, dopodiché premere l’opzione «versamento dell’assegno» nello sportello abilitato. Quindi:

  • digitare il Pin;
  • inserire l’assegno firmato nell’apposita fessura (controlla che non sia piegato);
  • digitare su «prosegui» e attendere il resoconto dell’operazione;
  • confermare il versamento e ritirare la ricevuta.

Depositare soldi in banca da un altro conto

Se hai più di un conto corrente e vuoi depositare soldi in banca trasferendo il denaro da un conto all’altro, puoi sempre utilizzare il sistema del bonifico Sepa. Altro non è che un ordine dato alla tua banca per spostare i soldi. Per conoscere tutte le modalità, i tempi ed i costi di un bonifico bancario o postale, leggi questo articolo: come fare un bonifico.

Se, invece, hai un conto PayPal e vuoi utilizzarlo per depositare soldi in banca, basta che entri nel tuo account PayPal e associare i due conti, cioè quello della piattaforma online e quello che hai in banca o in Posta. Fatto questo, puoi trasferire la somma.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube