Diritto e Fisco | Articoli

Multe e pagamento con lo sconto del 30%: domande e risposte

10 settembre 2013


Multe e pagamento con lo sconto del 30%: domande e risposte

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 settembre 2013



Quando è ammesso lo sconto, da quando decorrono i cinque giorni, possibilità di fare ricorso: ecco alcune soluzioni a possibili quesiti qualora si voglia usufruire dello sconto del 30%.

 

Per una trattazione generale dell’argomento sullo sconto vi rinviamo a questo articolo: Multe, se paghi entro 5 giorni, hai uno sconto del 30%.

 

 

Tutte le violazioni sono ammesse al pagamento agevolato ossia allo sconto del 30% sul minimo edittale?

No. Per beneficiare dello sconto del 30%, è necessario che l’infrazione non comporti né la sospensione della patente né la confisca del veicolo. Inoltre, sono escluse dal beneficio le sanzioni pecuniarie penali (ad esempio, quelle per guida in stato di ebbrezza media e grave, cioè quando il tasso alcolemico supera gli 0,8 grammi/litro) e quelle per le quali è escluso il pagamento in misura ridotta (come il contromano e l’inversione su autostrade e strade extraurbane principali).

Si ricorda inoltre che si deve pagare l’esatta cifra indicata nel verbale, inclusi i centesimi: nei pagamenti scontati del 30% non vale il principio generale, introdotto nel Codice della strada dal 2005, secondo cui gli importi si arrotondano all’euro inferiore o superiore.

 

Approfondisci l’argomento leggendo questo articolo: Per quali multe non vale lo sconto del 30%.

A chi si deve fare ricorso contro una multa ingiusta? E se pago con lo sconto posso comunque fare ricorso?

Ci sono due alternative. La prima è il ricorso al prefetto competente per territorio entro 60 giorni dalla data di contestazione o di notificazione del verbale. Va presentato al comando dal quale dipende l’agente accertatore o inviato per raccomandata a.r.

In alternativa  c’è il ricorso al giudice di pace del luogo della violazione entro 30 giorni dalla data di contestazione o notificazione del verbale.

Il giudice – a differenza del prefetto – nel caso di rigetto del ricorso non è vincolato a una cifra minima da imporre quale somma da pagare, purché si attenga ai limiti edittali previsti per la violazione. In entrambi i casi – così come nel caso di multa scontata – per impugnare una multa non bisogna averla pagata.

Approfondisci l’argomento leggendo questo articolo: Chi paga la multa non può più impugnarla con ricorso al giudice o al prefetto  

Consegna del verbale e momento da cui decorrono i 5 giorni: che differenza c’è tra contestazione e notificazione di un verbale?

Si ha la contestazione quando c’è immediato accertamento della violazione da parte dell’agente: in pratica quando il trasgressore viene fermato subito dagli agenti (vigili o polizia stradale) e tramite la contestazione immediata viene portato a conoscenza dell’infrazione commessa e della multa che gli viene comminata. Con la contestazione immediata il trasgressore riceve subito il verbale con il bollettino per pagare. È da questo momento che decorrono i 5 giorni per il pagamento in misura ridotta con lo sconto al 30%.

La notificazione invece avviene in tutti quei casi in cui non c’è stata la contestazione immediata e il verbale non può essere consegnato (ad esempio autovelox, sosta vietata, passaggio con il rosso). Il verbale in questo caso è spedito a casa del trasgressore con il bollettino per pagare.

I 5 giorni, in questo caso, ricevono dalla notifica.

Quando il destinatario è assente e la notifica non può essergli fatta “a mani”, il conto dei cinque giorni parte dall’undicesimo giorno successivo a quando gli viene spedita la comunicazione di avvenuto deposito (la Cad, inviata subito dopo il mancato recapito, che precede la raccomandata in cui s’informa dell’avvenuta notifica per compiuta giacenza, che si perfezione 10 giorni dopo).

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI