Diritto e Fisco | Articoli

Assicurazioni da ora tutte online: con la “home insurance” più trasparenza

10 Settembre 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 Settembre 2013



Dal 1 settembre è scattato l’obbligo per le assicurazioni di fornire ai propri clienti l’accesso ad un’area riservata online con tutte le informazioni relative alla polizza e ai pagamenti.

 

Il 1 settembre è entrato in vigore il provvedimento n. 7 del 16 luglio 2013 adottato dall’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) che obbliga le assicurazioni a fornire a tutti i propri clienti l’accesso ad un’area personale riservata all’interno del sito internet della società ove fornire ogni informazione relativa alla polizza stipulata.

In questo spazio ciascun assicurato dovrà trovare le seguenti informazioni:

–  le coperture assicurative in vigore;

–  le condizioni contrattuali;

–  lo stato dei pagamenti e le relative scadenze;

–  per le polizze vita, il valore di riscatto della polizza e il valore della posizione;

–  per le polizze relative alla responsabilità civile per la circolazione di veicoli, l’attestazione sullo stato del rischio;

–  ogni altro elemento utile a fornire al cliente un’informativa completa e personalizzata.

Le informazioni dovranno essere fornite facendo uso di un linguaggio semplice e facilmente comprensibile, garantendo la chiarezza, la correttezza e la trasparenza. L’accesso alle aree riservate dovrà essere facilmente individuabile nella home page del sito.

Per i contratti stipulati prima del 1 settembre 2013 le assicurazioni potranno fornire le informazioni obbligatorie anche in forma sintetica. Tuttavia l’assicurato potrà in ogni caso chiederne la pubblicazione integrale.

L’obbligo non riguarda le assicurazioni relative a:

–  flotte di veicoli a motore o natanti;

–  grandi rischi;

–  rischi agricoli relativi a calamità naturali o eventi eccezionali;

–  rischi relativi ad eventi specifici e circoscritti in periodo di tempo limitato;

–  rischi accessori a polizze i cui premi non superino complessivamente l’importo di 100 euro;

–  rischi assicurati con contratti collettivi.

Anche in questi casi tuttavia varrà l’obbligo se le polizze sono relative a mutui o altri contratti di finanziamento.

Le assicurazioni potranno inserire all’interno delle aree personali messaggi pubblicitari o promozionali solo nel caso in cui il cliente abbia prestato il proprio preventivo ed espresso consenso. I messaggi pubblicitari dovranno in ogni caso essere  evidentemente distinti dalle informazioni contenute nell’area riservata.

Le assicurazioni hanno tempo fino al 1 novembre 2013 per adempiere a questi obblighi. Il termine è invece quello del 1 luglio 2014 per le polizze già stipulate alla data del 1 settembre 2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI