Diritto e Fisco | Articoli

Come versare soldi su conto corrente altrui

27 Gennaio 2020 | Autore:
Come versare soldi su conto corrente altrui

Come trasferire denaro sul conto di altre persone? Come spostare soldi da conto postale a conto bancario? Come fare un bonifico con carta prepagata?

Viviamo in tempi in cui la moneta elettronica ha quasi del tutto soppiantato quella cartacea: un po’ perché obbligati dallo Stato, un po’ per comodità, oggi preferiamo di gran lunga pagare con carte di credito e strumenti simili che con il vecchio contante. Indubbiamente, i vantaggi degli strumenti di pagamento elettronici sono notevoli: minor rischio di truffe o di furti, transazioni sicure e veloci, comodità di poter effettuare un pagamento anche mediante lo smartphone. Affinché tutto ciò possa avvenire, però, occorre essere muniti di conto corrente, cioè di un conto presso un istituto di credito da cui prelevare il denaro occorrente per le nostre spese. Con questo articolo ci soffermeremo su un aspetto in particolare, e cioè su come versare soldi sul conto corrente altrui.

In altre parole, vedremo non solo se è possibile trasferire denaro dal proprio conto a quello di altri, ma anche quali sono i principali modi per poter versare dei soldi sul conto corrente di terze persone, magari per fare una donazione oppure un rimborso spese. Se l’argomento ti interessa, prosegui nella lettura: ti basteranno solamente dieci minuti per sapere come versare denaro sul conto corrente altrui.

Cos’è il conto corrente?

Per poter affrontare l’argomento in questione (cioè, come versare soldi sul conto altrui) dobbiamo necessariamente capire cos’è un conto corrente.

In maniera molto molto semplice, possiamo definire il conto corrente come il rapporto giuridico tra un istituto di credito (una banca, in genere) e il suo cliente, attraverso il quale il correntista può disporre delle somme che ha depositato mediante carta di pagamento che gli ha rilasciato l’istituto di credito: classico esempio è la carta di credito con cui puoi pagare attingendo dai soldi che sono presenti sul tuo conto.

Più nello specifico, secondo la legge [1], il conto corrente è il contratto col quale le parti si obbligano ad annotare in un conto i crediti derivanti da reciproche rimesse, considerandoli inesigibili e indisponibili fino alla chiusura del conto.

La peculiarità del conto corrente bancario, cioè del contratto di conto corrente stipulato con una banca, è quella di regolare le operazioni bancarie di debito e credito, facendo sì però che il credito sia sempre esigibile dal correntista, cioè dal cliente.

Dunque, il conto corrente individua il rapporto che sorge tra cliente e banca nel momento in cui il primo effettui presso la seconda un deposito, un’apertura di credito oppure altre operazioni bancarie. Il conto corrente consente al suo titolare di poter gestire tutti i suoi affari (entrate e uscite, incassi e pagamenti) attraverso quel conto, compiendo operazioni sia attive che passive.

Conto corrente: a cosa serve?

Possiamo, quindi, dire che il conto corrente è un modo per poter gestire i rapporti sussistenti tra l’istituto di credito (banca o Poste) e il cliente: nello specifico, quest’ultimo potrà prelevare somme di danaro, compiere operazioni trasferendo i soldi che ha depositato direttamente ad altro soggetto, effettuare bonifici, pagare con carta di credito oppure assegni.

Versare soldi da conto corrente su conto corrente altrui

Chiarito cos’è e a cosa serve il conto corrente, vediamo come versare soldi su conto corrente altrui. I metodi sono molteplici; cominciamo pertanto dal più comune, cioè dal versamento mediante disposizione di un bonifico.

Il primo modo per trasferire soldi sul conto corrente altrui è quello di disporre un bonifico a favore del titolare del conto. Come fare? te lo spiego subito.

Ogni conto corrente aperto presso un istituto di credito (banca o poste che sia) è connotato da un preciso numero identificativo: si tratta di una specie di codice che serve ad individuare in maniera univoca il conto. Il numero del conto corrente deve essere comunicato quando occorre fare un’operazione, sia in entrata che in uscita.

Il numero di conto corrente è un codice alfanumerico composto da dodici caratteri che identifica il conto corrente presso la filiale. Nel caso il codice sia più corto, può essere preceduto da una serie di zeri.

Il numero del conto corrente è inserito all’interno del codice Iban, il quale è composto di ben ventisette caratteri, tra i quali compaiono anche i dodici del conto corrente.

Più nel dettaglio, le ultime dodici cifre riportate nell’iban rappresentano proprio il codice del conto corrente: ciò significa che si può risalire a quest’ultimo anche dal codice Iban che gli appartiene.

Come disporre un bonifico su conto corrente altrui?

Dunque, poiché a ogni conto corrente corrisponde non solo un codice identificativo, ma anche un codice iban, potrai utilizzare quest’ultimo per poter fare un bonifico a favore del conto corrente. Per disporre un bonifico potrai utilizzare le seguenti modalità:

  • effettuare l’operazione direttamente da casa attraverso il servizio di home banking. In pratica, ti basterà accedere nella tua area personale mediante smartphone oppure computer, inserire le coordinate iban del conto corrente altrui e disporre il trasferimento del denaro a mezzo bonifico;
  • se hai un conto corrente e non hai dimestichezza con internet, puoi recarti presso la tua banca, compilare i moduli che ti verranno consegnati, inserire i dati del beneficiario (nome, cognome, codice iban) e chiedere che una determinata somma di danaro venga trasferita dal tuo conto su quello del beneficiario.

Carta prepagata: come versare soldi su conto altrui?

Un altro modo per versare soldi sul conto corrente altrui è quello di disporre un bonifico mediante la propria carta prepagata munita di codice Iban.

La prepagata è una carta di pagamento rilasciata dietro il pagamento di un piccolo costo di attivazione; si tratta di uno strumento utile per poter effettuare i pagamenti e, se dotata di codice iban, in grado di sostituire il conto corrente: con una prepagata munita di Iban, infatti, è possibile compiere quasi tutte le operazioni bancarie, come le domiciliazioni per pagare le bollette, l’accredito della pensione e dello stipendio, la disposizione e la ricezione di bonifici.

Con la carta prepagata puoi disporre un bonifico a favore del conto corrente altrui, attuando così un trasferimento di danaro a favore di terzi. Per fare ciò, dovrai seguire la stessa procedura vista sopra per il bonifico disposto con proprio conto corrente, e cioè:

  • andare allo sportello con la propria prepagata, chiedendo all’operatore l’emissione di un bonifico a favore del beneficiario di cui dovrai fornire i dati;
  • disporre il bonifico direttamente da casa con il sistema di home banking.

BancoPosta: come versare soldi sul conto altrui

Puoi versare soldi sul conto corrente altrui anche mediante il tuo conto corrente postale, cioè mediante il conto BancoPosta.

Il conto Bancoposta è un conto corrente destinato alle sole persone fisiche e funziona a tutti gli effetti come quello che puoi aprire presso una banca. È noto che il conto corrente semplifica la gestione del denaro: il cliente deposita il denaro, l’istituto (banca o Poste) lo custodisce e offre una serie di servizi, quali accredito dello stipendio o della pensione, pagamenti, incassi, bonifici, domiciliazione delle bollette, carta di debito, carta di credito, assegni. Il cliente può versare e prelevare denaro dal conto corrente in qualsiasi momento.

Il conto BancoPosta ti consente di effettuare bonifici a favore di qualsiasi conto corrente, bancario o postale che sia; ciò significa che puoi trasferire denaro sul conto corrente altrui anche mediante bonifico disposto per mezzo conto BancoPosta.

Le modalità sono le consuete:

  • recandoti presso l’ufficio postale a te più vicino e chiedendo che venga disposto un bonifico attingendo le somme direttamente dal tuo conto BancoPosta;
  • operando direttamente da casa mediante il sistema di home banking.

Come versare soldi su conto postale altrui?

Tutto quanto detto sinora vale anche nel caso in cui tu voglia versare soldi sul conto corrente postale altrui. Se vuoi trasferire denaro dal conto corrente bancario al conto corrente postale, non dovrai fare altro che effettuare un bonifico dal primo a favore del secondo.

Potrai disporre il bonifico recandoti personalmente presso il tuo istituto di credito oppure direttamente online, attraverso il servizio di home banking che è messo a disposizione anche dalle Poste italiane. In quest’ultimo caso, non ti servirà altro che accedere alla tua area personale e seguire le indicazioni che ti verranno fornite per effettuare un bonifico.

Quasi superfluo dire che, così come puoi trasferire denaro dal conto bancario a quello postale, potrai tranquillamente fare l’operazione inversa, cioè effettuare un bonifico BancoPosta a favore del conto corrente bancario.

Versamento in contanti su conto corrente: come fare?

Se non sei titolare di alcun conto corrente e vuoi effettuare un versamento di denaro sul conto corrente altrui, allora dovrai seguire le indicazioni che sto per darti.

Se non sei un correntista, cioè non possiedi alcun conto corrente, allora dovrai necessariamente presentarti allo sportello con i soldi in contanti, versarli e compilare il modulo che ti verrà dato affinché quei soldi vengano trasferiti sul conto corrente altrui. In questa ipotesi, però, dovrai fare attenzione alle norme antiriciclaggio che impongono un limite preciso al trasferimento di danaro compiuto in contanti.

Nel modulo che ti verrà sottoposto dovrai indicare il numero del conto corrente nei cui confronti effettui il versamento, l’intestatario del conto e l’importo da versare.

L’importo va scritto in maniera corretta, indicando numericamente la cifra, e tenendo presente che dovrete inserire sia i valori interi (euro) che i valori decimali (centesimi).

Stessa operazione va fatta nel caso in cui tu voglia effettuare un versamento in contanti a favore di un conto corrente postale: in questo caso, dovrai recarti presso un ufficio postale e compilare i moduli che ti verranno consegnati.

Come versare un assegno su conto altrui

Infine, per trasferire soldi sul conto corrente altrui potresti anche avvalerti di un assegno: la legge, infatti, ti consente di operare il versamento di assegni.

Per effettuare un versamento su conto corrente altrui mediante assegno devi recarti presso una banca (o un ufficio postale, se trattasi di conto BancoPosta) e portare con te l’assegno da versare, un documento di identità valido e il numero del conto sul quale questo deve essere versato.

Si può richiedere una distinta di pagamento anche al cassiere, ma il processo sarà più celere se questa operazione viene anticipatamente ultimata. Nella distinta, andrà inserito il numero del conto proprio o del beneficiario dell’assegno, insieme al suo importo.

Sul modulo che ti verrà consegnato dovrai riportare tutte le informazioni che abbiamo visto nei paragrafi precedenti; in aggiunta, dovrai inserire i dati che sono presenti sia sulla parte frontale che sul retro dell’assegno (nome ed indirizzo del beneficiario o della persona che ha rilasciato l’assegno, la data in cui questo è stato emesso, il nome o l’identificazione della persona o dell’azienda beneficiaria dell’assegno ed importo).


note

[1] Art. 1823 cod. civ.

Autore immagine: Canva.com


2 Commenti

  1. Resto della mia idea primordiale: il privarci – o il tentare di farlo con minacce più o meno velate da parte dello Stato – della POSSIBILITà DI PAGARE IN CONTANTI è solo un tentativo di SCHEDATURA da parte di un regime tiranno che cerca di farci passare e indorarci la pillola adducendo motivi di comodità e/o semplificazione. Avanti di questo passo vorrà sapere quante volte c’incontriamo con la moglie o con le amanti… NON MI FIDO E NON MI FIDERò MAI DI QUESTA CLASSE POLITICA a Camere riunite, sia che siano cavallette grilli farfalle oppure cefali sgombri vongole dentici branzini cozze sardine. Per conto mio sono e restano INSAZIABILI PIOVRE!!! E sempre e poi sempre FORTI CON I DEBOLI e DEBOLI CON I FORTI, sic!!! Ed è tutt’altro che un modo di dire!!! E’ lapalissiano, evidentissimo dopo un’attenta cinquantennale osservazione della realtà quotidiana. Se qualcuno vuole smentirmi…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube